Notizie Locali


SEZIONI
Catania 24°

il caso

La Sugar Tax parte da luglio e la Sibeg è pronta a tagliare 120 posti di lavoro a Catania

La giravolta del Governo. L'ad della società Luca Busi: «Una imposta che avrà un effetto devastante sul settore»

Di Redazione |

«La Sugar tax partirà dal 1 luglio: la notizia ci lascia senza parole. Perché dopo una serie di rassicurazioni ricevute anche dai precedenti Esecutivi, è proprio il Governo attuale, che tanto si è speso per abolire questa tassa, il primo a farla partire con un preavviso di poco più di un mese. Questa imposta avrà un impatto devastante sul settore delle bibite, sui consumatori, sull’economia del Paese».

Lo ha detto Luca Busi, amministratore delegato di Sibeg Coca-Cola, stabilimento siciliano che imbottiglia e distribuisce le bevande a marchio The Coca-Cola Company, con oltre 400 dipendenti.

«Il Governo è andato dritto per una strada che trascina tutti in un burrone – aggiunge Busi – solo in Sibeg la Sugar tax determinerà un taglio di 120 posti di lavoro. Questa imposta distruggerà l’intero settore delle bevande, non solo quelle gassate, ma anche the, bibite vegetali, acque con vitamine, succhi pastorizzati e sport drink. Una politica che non ascolta le ragioni del tessuto imprenditoriale e produttivo, con strategie politiche distanti, addirittura contrarie, all’obiettivo di crescita e di sviluppo industriale, non fa altro che decimare un sistema che già a fatica si regge in piedi. Noi non ci fermeremo fino alla fine – conclude Busi – scendendo in piazza, continuando la nostra battaglia contro una tassa iniqua, lanciata solo per fare cassa, cercando di portare avanti le nostre ragioni, che poi sono quelle di tutti».COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti:

Articoli correlati