Notizie locali
Pubblicità

Economia

Salario minimo: Stirpe, nostri contratti ben al di sopra

'Non avremmo nulla in contrario a tre condizioni'

Di Redazione

TRENTO, 04 GIU - "Il salario minimo per Confindustria non penso che sia un problema perché i contratti di Confindustria sono ben al di sopra, almeno per quanto riguarda i minimi contrattuali, rispetto alle soglie che vengono comunemente indicate per il salario minimo in Italia". Lo ha detto il vice presidente di Confindustria, Maurizio Stirpe, a margine di una iniziativa sul mercato del lavoro nell'ambito del Festival dell'Economia di Trento organizzato dalla Provincia Autonoma e dal Gruppo 24 Ore. "Non avremmo nulla in contrario - ha aggiunto - a tre condizioni: che il salario minimo venga fissato come percentuale compresa tra il 40 e il 60% del salario mediano; la seconda condizione è che il salario minimo non venga confuso con quella che viene la retribuzione proporzionale e sufficiente dell'articolo 36 della Costituzione, sono due cose completamente diverse: il salario minimo è una cosa, il salario giusto è altra. Terza condizione è che il salario minimo deve operare per tutti i contratti, a 360 gradi quindi non solo per le aree in cui non c'è la contrattazione collettiva ma anche per le aree dove c'è. Altrimenti si esporrebbe a operazioni di dumping salariale".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA