Notizie Locali


SEZIONI
Catania 12°

il caso

«Devo portare una pizza alla mamma ricoverata», calci e pugni al medico che glielo vieta

L'aggressione nel reparto di Medicina dell'Umberto I di Enna. Denunciato l'energumeno.

Di Redazione |

Un dirigente medico del reparto di Medicina dell’ospedale Umberto I di Enna è stato aggredito a calci e pugni dal figlio di una paziente. Secondo una prima ricostruzione l’uomo voleva portare, a tutti i costi, una pizza alla madre. Al no fermo del medico è scattata l’aggressione. Sul posto sono intervenuti i carabinieri che hanno identificato il responsabile e l’hanno denunciato.

«Questi esecrabili episodi di violenza sono da condannare con fermezza. – dice il presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Enna, Renato Mancuso – Per questo l’Ordine annuncia di volersi costituire parte civile in un eventuale procedimento penale a carico del responsabile del reato. Al collega vittima della grave vicenda va la solidarietà e il sostegno del Consiglio dell’Ordine». Non è la prima volta che all’Umberto I un medico viene aggredito. «La riflessione da fare – continua Mancuso – è dunque di carattere generale e culturale, e riguarda la necessaria e imprescindibile tutela di tutto il personale sanitario a garanzia dell’erogazione di un servizio che gli addetti ai lavori devono poter svolgere in condizioni di assoluta serenità».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: