home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

“Noli Offendere Patriam Agathae”, l'omaggio alla Santa dai più piccoli della città

Gli alunni di 11 istituti comprensivi di Catania hanno aderito al progetto dell’assessorato comunale alla Scuola e hanno messo in mostra disegni e sculture dedicati a Sant'Agata

Catania - Settecento alunni di undici istituti comprensivi di Catania hanno messo in scena fede e devozione, raccontando di proprio pugno la festa di Sant’Agata, con disegni ed anche sculture. È il progetto “Noli Offendere Patriam Agathae”, predisposto dall’assessorato alla Scuola, nell’ambito delle attività promosse dall’assessore alla Cultura e pubblica Istruzione, Barbara Mirabella, per valorizzare le tradizioni artistiche e storiche della città legate al culto della martire. 

In scena, dunque, va la rappresentazione dei festeggiamenti della Santuzza dalla lente dei più piccoli: dai devoti che tirano il fercolo alla processione dei fedeli, dalle candelore alle reliquie ai ritratti di Sant’Agata e dei suoi luoghi, il tutto realizzato rigorosamente in pasta, panni, lana, plastica, legno, cordoncini, pasta di sale. Le opere saranno esposte fino a sabato prossimo nella sede della pubblica Istruzione di piazza Stesicoro, 29 che - per l’occasione - è custode della creatività dei protagonisti indiscussi dell’iniziativa,gli studenti del De Amicis, Deledda, De Roberto/Corridoni/Meucci, Diaz-Manzoni, Giuffrida, Maiorana, Parini, Petrarca, Pizzigoni/Carducci, Verga e Vittorino da Feltre di Catania.

 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

Qua la zampa

GOSSIP