Notizie Locali


SEZIONI
Catania 29°

GOSSIP

La modella Tanya Yashenko contro l’ormai ex Giacomo Bonanno di Linguaglossa: «Io sono una vittima»

Finisce così la relazione tra il nobile Giacomo Bonanno di Linguaglossa, 50 anni, discendente della nobile casata siciliana e la bella modella bielorussa Tanya Yashenko, di 15 anni più giovane. La modella bielorussa è accusata di circonvenzione d'incapace dopo la denuncia del suo ex.

Di Alice Magnano |

Già all'inizio del 2022 circolava la notizia secondo cui la relazione tra il nobile siciliano Giacomo Bonanno di Linguaglossa e Tanya Yashenko fosse giunta al capolinea.

La modella è stata indagata dalla Procura di Roma per la circonvenzione del principe Giacomo Bonanno di Linguaglossa a cui la donna si dice sentimentalmente legata. Dalle denunce presentate dal principe, e anche dalla giovane bielorussa, per stalking, emergono gli scontri tra i due per la gelosia e i costosi regali. Ma dopo la battaglia legale i due sono tornati insieme in attesa che le rispettive denunce facciano il loro corso.

Dopo questa riappacificazione, si sperava in una storia d'amore da favola, ma tra il 52 enne Giacomo Bonanno Di Linguaglossa e la modella bielorussa Tanya Yashenko è finita nuovamente con una denuncia per circonvenzione di incapace (art. 643 c.p) con tanto di perizia psichiatrica allegata. 

"Io sono una vittima. Ho perso un figlio per colpa sua. Adesso non voglio finire triturata in una guerra familiare. Una famiglia che si contende un patrimonio milionario sulla mia pelle. Un uomo che a 50 anni pensa di essere un ragazzino e si fa chiamare il "maestro" della movida. Il re della vita notturna di Roma". Dopo la denuncia del nobile, la 36enne bielorussa è finita sotto inchiesta, a Roma. Per i magistrati deve stare lontana 200 metri dal suo ex. Gli avrebbe portato via, durante i due anni mezzo di fidanzamento 600mila euro, tra auto (una Mercedes), gioielli e soldi. Per lo psichiatra, nominato dal pm, Linguaglossa avrebbe dei limiti, sarebbe raggirabile. Per Yashchanka – conosciuta anche come Tanya Yashenko – l'atteggiamento dell'uomo di fronte ai consulenti sarebbe un bluff. "Non sono una cenerentola cattiva come sono stata dipinta. Adesso vi racconto io la verità".

A Pomeriggio Cinque, Tanya Yashenko è stata ospite nella puntata del primo novembre intervenendo e raccontando la sua versione dei fatti: "Le cose non sono andate assolutamente come lui ha esposto ai suoi legali – ha spiegato la 36enne -, noi facevamo un tenore di vita molto alto, io non gli ho mai chiesto nulla e non ho mai rubato nulla. Non ho preso neanche un centesimo dei suoi 600 mila euro senza che lui sapesse: tutto quello che ricevevo da lui erano semplicemente dei regali che voleva farmi". 

Nel corso dell'intervista con Barbara d'Urso, la modella ha parlato anche delle violenze che avrebbe subìto da Bonanno di Linguaglossa: "Mi ha messo le mani addosso più volte – ha spiegato -, una volta ha cercato anche di strangolarmi mettendomi le mani al collo. In totale sono dodici gli episodi in cui ha provato a picchiarmi".COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA


Articoli correlati