Notizie Locali


SEZIONI
Catania 24°

Lavoro

Catania e la crisi della Gdo, chiude anche Spaccio Alimentare al Centro Sicilia: 180 addetti a rischio

Di Redazione |

CATANIA – Da ieri il supermercato di “Centro Sicilia” a Misterbianco, della catena “Spaccio alimentare”, ha chiuso i battenti. Lo ha comunicato all’improvviso la proprietà, l’impresa “Distribuzione Cambria” di Pace del Mela, ai 180 dipendenti in organico.

Ufficialmente, dunque, gli operatori che non si trovano in cassa integrazione saranno da subito impegnati nell’attività di inventario della merce rimasta dopo la svendita delle scorse settimane, ma tra gli stessi lavoratori è sempre più alta la tensione per il rischio di un nuovo “caso Portali”, dove il negozio è stato svuotato da merce e personale e lasciato libero a un nuovo acquirente.

«Per la nostra città e per il settore della grande distribuzione è l’ennesima bomba sociale – dichiarano Carmelo Catalano e Vito Tringale, rispettivamente segretario e vice della federazione etnea Ugl Terziario. Per questo abbiamo già chiesto un incontro urgente al Prefetto, anche sullo stato delle trattative per la cessione delle attività ad un noto gruppo imprenditoriale che opera nel settore in Sicilia. Non si può più giocare a carte scoperte, perché ci sono famiglie ormai giunte alla disperazione, senza stipendio e con il posto di lavoro in bilico. E’ necessario, infatti, che venga trovata la soluzione per applicare la continuità occupazionale e far transitare le 180 unità nell’organico del nuovo acquirente, evitando che questi dipendenti, formati e professionalizzati nel tempo, vengano così lasciati sul lastrico senza la tutela che meritano».COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA


Articoli correlati