Notizie locali
Pubblicità

Trapani

Beni per 200mila euro sequestrati ad imprenditore nel Trapanese

Di Redazione

CASTELVETRANO (Trapani) - Beni immobili, conti correnti e autovetture per un valore di circa 200 mila euro sono stati sequestrati dalla Guardia di finanza ad un imprenditore di Castelvetrano operante nel settore del trattamento dei rifiuti. Il sequestro, disposto dal Gip del Tribunale di Marsala, è stato operato «per equivalente». Le indagini della Tenenza delle Fiamme Gialle di Castelvetrano, coordinate dalla Procura della repubblica di Marsala, hanno accertato che l’imprenditore, che lo scorso maggio, su richiesta della Dda di Palermo, è stato sottoposto a misura cautelare (divieto di svolgere attività d’impresa e di ricoprire cariche direttive in società) nell’ambito dell’operazione «Controcorrente», ha occultato e distrutto diverse scritture contabili della sua azienda non ha presentato dichiarazione dei redditi per gli anni 2015 e 2017, non versando nelle casse dell’erario della somma che oggi gli è stata sequestrata. Cinque mesi fa, i militari della Guardia di finanza avevano ricostruito il circuito illegale dei rifiuti con traffici che interessavano l’intero territorio siciliano e in quell'occasione avevano denunciato 158 persone ed effettuato un sequestro preventivo di società e beni per mezzo milioni di euro. 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: