Notizie Locali


SEZIONI
Catania 11°

NEWSLETTER

COVID 19 – Variante Omicron: si tratta di un uomo vaccinato con due dosi

Di Redazione |

Primo caso in Italia della variante Omicron: si tratta di un uomo vaccinato con due dosi residente in Campania sbarcato a Malpensa di ritorno dal Mozambico. Il governo chiede alle Regioni e gli Uffici di sanità marittima, aerea e di frontiera di rafforzare il tracciamento dei viaggiatori dalle zone a rischio. Ma nuovi casi della variante, dopo il Belgio, si registrano anche in altri paesi europei. In Olanda 61 positivi rilevati su due voli arrivati ad Amsterdam dal Sudafrica. Anche Inghilterra e Germania confermano casi della variante. Londra impone l’obbligo della mascherina nei negozi e sui trasporti pubblici e test molecolare e quarantena fino al risultato per chi arriva nel Paese. Von der Leyen convoca d’emergenza la Commissione Ue. L'infettivologo catanese Iacobello: "Questa variante costituisce un problema, ma fare la terza dose di vaccino è comunque fondamentale". Il report: a sei mesi dalla seconda dose l’efficacia del vaccino passa dal  72% al 40%, ma resta alta contro la malattia in forma severa. Speranza: ieri record di terze dosi.


Nostra inchiesta sulle malattie rare, l'alyra faccia della sofferenza. Un testo di legge approvato dal Senato annuncia una svolta nell'assistenza a questi pazienti che in Sicilia sono 16mila stando all'"anagrafe" dell'Assessorato. Le storie di chi combatte la malattia e l'aiuto dei medici.


Opinioni molti distanti nel governo riguardo alla legalizzazione della cannabis, dopo l’annuncio fatto dal nuovo governo tedesco. Il ministro del Lavoro Orlando invita a una riflessione su un’iniziativa che "determinerà riflessi che riguarderanno il nostro Paese" e la sua collega Dadone si associa, segnalando che "ci si divide tra pro e contro ma si dimenticano i malati". Ma  la ministro per le Autonomie Gelmini ribadisce di essere "contraria a qualsiasi forma di legalizzazione di sostanza stupefacente", ammettendo che "all’interno del Governo ci sono su questo tema sensibilità diverse".


IL SOCIAL ARMA CONTRO IL COVID, MATTARELLA PREMIA 30 ALFIERI ATTESTATI A GIOVANI PER L’USO VIRTUOSO STRUMENTI TECNOLOGIA Il Presidente della Repubblica Mattarella, ha conferito 30 Attestati d’onore di Alfiere della Repubblica a giovani che nel 2021 si sono distinti per uso consapevole e virtuoso strumenti tecnologici e social network, anche in relazione ai problemi posti dalla pandemia. Casi emblematici di comportamenti da incoraggiare, virtù civiche espresse dai giovani durante questo lungo e difficile periodo. Assegnate anche tre targhe per azioni collettive in agricoltura sostenibile, comunicazione digitale ed impegno in impresa sociale in un carcere minorile.


Solida ripresa della crescita quest’anno, ma all’orizzonte si addensano nubi per la mancanza di materie prime e per la risalita dei contagi da Covid in queste ultime settimane. Queste le stime del Centro Studi di Confindustria, secondo il quale "Grazie al robusto rimbalzo del terzo trimestre e ai dati migliorati per il primo, il 2021 potrebbe chiudersi con un Pil italiano a +6,3/6,4%, più di quanto previsto in ottobre». Il ministro dell’Economia Franco convocato i sindacati domani tema del fisco Il segretario della Cgil Landini avvisa: "Servono più di 8 miliardi".


La fine dell'anno potrebbe portare alla rivoluzione nello smaltimento dei rifiuti in Sicilia attraverso i termovalorizzatori: sono dieci le società che hanno riposto all'appello della Regione per la realizzazione degli impianti previsti dal piano della Regione.


Il processo in corso a Caltanissetta è relativo al depistaggio sulla strage Borsellino, mistero tra i misteri d'Italia. Ma dal dibattimento in corso riemerge il nodo del dossier mafia-appalti elaborato dai Ros già prima delle stragi del '92, rispolverato subito dopo quella stagione insaguinata e possibile pista per via D'Amelio. Il caso delle intercettazioni cancellate.


Un'altra inchiesta scuote il mondo del calcio italiano. Il caso è quello della  Juventus e delle plusvalenze per 282 milioni in tre anni "connotate da valori fraudolentemente maggiorati" finite sotto i riflettori di Procura e Guardia di Finanza. Indagati i vertici del club bianconero, che replica: agito nel rispetto delle regole.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA