Notizie Locali


SEZIONI
Catania 9°

NEWSLETTER

Il M5s vota la fiducia sul decreto Aiuti alla Camera, ma Conte non garantisce il sì

Di Redazione |

Pnrr, c’è l’Sos dei comuni siciliani: «Manca il personale per progettare». L’allarme lanciato dell’Anci: «Calare le opere in un contesto coerente per evitare sprechi».

—-.

Il M5s vota la fiducia sul decreto Aiuti alla Camera, ma Conte non garantisce il sì del Movimento a Palazzo Madama: “Vogliamo collaborare, ma al Senato vedremo”, dice l’ex premier che subisce la pressione degli ortodossi. Cresce la tensione sui titoli di Stato dei Paesi europei più esposti alla speculazione.

—–.

I contagi da Covid sono 100 volte più di quelli di un anno fa. Sono 107.240 i nuovi casi nelle ultime 24 ore (oltre 8 mila in Sicilia), 94 le vittime. Stabile il tasso di positività al 28,35%, in aumento i ricoveri. Secondo l’Oms, nel mondo sono stati registrati 4,6 milioni di nuovi positivi in 7 giorni. L’Ema raccomanda la quarta dose agli over 60 se i casi aumentano. 

—–.

La Farnesina, attraverso l’ambasciata italiana al Cairo e il Consolato onorario a Sharm el Sheikh, ha ottenuto dall’Egitto i permessi necessari per l’invio di un volo che riporterà a casa la salma del bimbo palermitano di 6 anni morto nella località turistica del Mar Rosso per una intossicazione alimentare e i  suoi genitori. Accolto l’appello della madre. “La nostra famiglia resterà segnata per semprè, ha detto lo zio del piccolo. 

—-.

Incubo cantieri sulla A18. La ditta appaltatrice attende la rimessa e non paga gli stipendi, i dipendenti sono pronti a fermarsi minacciando il blocco dei lavori. E la Regione corre ai ripari.  —-. Travolto dagli scandali e da una raffica di dimissioni dal suo governo, Boris Johnson si arrende e lascia la guida dei Tory. Ma resterà primo ministro fino all’elezione di un successore a ottobre. “Lascio ma non avrei voluto – ha detto nel discorso alla Nazione – Quando il gregge si muove si uniscono tutti.  Nessuno è indispensabile: il nostro sistema darwiniano riuscirà a trovare un nuovo leader a cui darò tutto il mio sostegno”.  —-.  A Wimbledon di scena una favola e un dramma. La prima volta di una tennista tunisina Ons Jabeur che si dice «fiera di essere tunisina» e di non avere «paura delle critiche degli integralisti per la sua minigonna». Rafa Nadal, invece, è stato costretto a ritirarsi dal torneo alla vigilia della semifinale contro Nick Kyrgios per un problema ai muscoli addominali  COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA