Notizie Locali


SEZIONI
Catania 27°

NEWSLETTER

Le nuove misure contro l’emergenza Covid

Di Redazione |

Il Consiglio dei ministri ha approvato all’unanimità – ma dopo avere sfiorato lo strappo dei ministri leghisti, contrario alla linea più dura – le nuove misure contro l’emergenza Covid. Il decreto prevede l’obbligo di vaccinazione per tutti gli over 50. Per i lavoratori over 50 scatta l’obbligo di Super green pass, mentre per accedere ai servizi alla persona ma anche pubblici uffici, servizi postali, bancari e finanziari e centri commerciali sarà sufficiente il pass normale.

Per quanto riguarda la scuola la bozza all’esame dei ministri prevede che con tre contagi alle superiori i non vaccinati vanno in Dad. Alle elementari a casa con due casi. Il quadro resta preoccupante: in una settimana tasso di crescita dei ricoveri ospedalieri in aumento del 25,8%. Il numero dei bambini ricoverati è quasi raddoppiato passando da 66 a 123 ed è triplicato il numero di piccoli in terapia intensiva.

La Sicilia conferma la tendenza che la porterebbe in arancione, insieme con la Liguria, Musumeci in polemica con il governo centrale sull stretta sullo Stretto di Messina. “Si rischia il blocco”.

Secondo le stime preliminari a dicembre 2021 rese note dall’Istat, l’indice nazionale dei prezzi al consumo registra un aumento dello 0,4% su base mensile, portando il tasso di inflazione al +3,9% (dal +3,7% del mese precedente) il tasso più alto da agosto 2008. Accelerano anche i prezzi del cosiddetto "carrello della spesa": i prezzi dei Beni alimentari, per la cura della casa e della persona raddoppiano infatti la loro crescita da +1,2% di novembre a +2,4%.

Nella corsa al Colle, mentre Berlusconi spera che si arrivi alla quarta votazione e possa così trovare sponda nei gruppi misti, si inserisce il derby siciliano per la scelta dei tre Grandi Elettori che dall’Ars andranno a Montecitorio: una partita tra Miccichè e Musumeci che si giocherà sui numeri che otterranno in  Aula. 

Dalla Regione tre milioni per fermare il degrado delle strutture termali di Acireale e Sciacca e tenerle così sul mercato, aspettando una svolta che porti al recupero di un segmento importante per il turismo nell’Isola dopo i bandi andati deserti. Si spera sempre nell’opzione Inail, task force al lavoro per nuovi step.

I tifosi del Catania Calcio tornano a sperare: la sezione fallimentare del Tribunale etneo ha infatti detto sì all’esercizio provvisorio  sino al 28 febbraio, salvando così per ora il titolo sportivo. Si va verso l’asta, in città si scatena subito il totonomi. COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA