Notizie Locali


SEZIONI
Catania 23°

NEWSLETTER

Sono oltre 4,5 milioni le dosi di vaccino somministrate negli ultimi 7 giorni

Di Redazione |

Sono oltre 4,5 milioni le dosi di vaccino somministrate negli ultimi 7 giorni. Un record per l’Italia. Aumenta però al 29% l’occupazione dei posti letto nei reparti ordinari da pazienti Covid. In Valle d’Aosta, che rischia la zona rossa, arriva al 69%. Sale in altre 11 Regioni ed è stabile in 7, secondo i dati Agenas. L’indice Rt è in discesa e calano i positivi ai test molecolari. Una nuova criticità riguarda i pazienti asintomatici che devono essere operati, ad esempio per tumore o frattura, ma che risultano positivi in ospedale.  In Sicilia sono 4.037 i nuovi casi registrati a fronte di 24.549 tamponi processati. Il giorno precedente i nuovi positivi erano 8.521 e il tasso d positività scende al 16,4% dal 17,9% di domenica.

Irrisolto il nodo dell’attraversamento dello Stretto per chi non ha il Green pass rinforzato. Ieri nuova protesta del sindaco De Luca agli imbarcaderi, il governatore Nello Musumeci ancora in attesa della riposta del ministro della Salute, Roberto Speranza, cui aveva chiesto una deroga almeno per i casi urgenti. "Ho il dovere di attendere 24 ore. In caso di silenzio da Roma, domani adotterò la mia ordinanza”, ha fatto sapere Musumeci.

Giochi ancora aperti, apertissimi per il Quirinale, anche e soprattutto nel centrodestra, con Salvini che avvisa: è necessario verificare se Berlusconi ha i numeri per la corsa al Quirinale “prima che si cominci a votare la settimana prossima”. E in quei giorni, ha aggiunto, la Lega "  farà una proposta che penso potrà essere convincente per tanti se non per tutti”. Il prossimo vertice del centrodestra sarà mercoledì o giovedì. Il segretario del Pd Letta, commemorando David Sassoli, chiede “scelte coraggiose”. Sgarbi fa sapere che domani riprenderà le telefonate con Berlusconi. In vista del voto, i parlamentari delle isole ricorrono alla Consulta contro il green pass: “Va sospeso, lede le prerogative del Parlamento”.

Un provvedimento contro il caro bollette e un altro su ristori a settori economici colpiti dalla pandemia saranno all’ordine del giorno del Consiglio dei ministri di giovedì. Le misure contro il caro bollette, proposte dal Mite in una bozza presentata a Palazzo Chigi durante le feste, prevedono un contributo di solidarietà dalle società energetiche, tagli dell’Iva e degli oneri di sistema. Il Mise ha proposto invece di utilizzare i proventi delle aste Ets, tassare gli extra-profitti delle società energetiche, utilizzare l’extra-gettito delle accise e accantonare scorte strategiche. I ristori riguardano discoteche, impianti sportivi, realtà culturali e turismo.

C’è stata Catania al centro del risiko del centrodestra siciliano per provare a ricomporre le fratture in seno alla maggioranza che sostiene la giunta Musumeci. Ieri giornata di incontri ai massimi livelli regionali. Prima il governatore Nello Musumeci ha incontrato il presidente dell’Ars e leader di Fi nell’Isola, Gianfranco Miccichè.  “Era giusto iniziare la serie di incontri con le forze che appoggiano il governo con Forza Italia, che è il partito maggiormente rappresentato in giunta. Nei prossimi giorni, prima della fine di questa settimana, incontrerò ciascun segretario di tutti i partiti della maggioranza e poi seguirà una riunione collegiale”, ha detto Musumeci. Poi Miccichè s’è seduto a tavola con Raffaele Lombardo e Raffaele Stancanelli. Lombardo rinvia chiarimenti e resa dei conti a dopo l’elezione del presidente della Repubblica. In questo contesto s’inseriscono le annunciate dimissioni di Cateno De Luca da sindaco di Messina per correre per Palazzo d’Orleans.

Svolta dopo dieci anni nelle indagini su un giallo nel Catanese. Ieri i carabinieri hanno arrestato Rosario Palermo, ex convivente della madre di Agata Scuto, la 22enne scomparsa di casa il 4 giugno del 2012, il cui corpo non è stato mai trovato. L'uomo, lo accusa la Procura di Catania, “aveva instaurato un rapporto particolare con la ragazza, fornito false notizie sui suoi spostamenti e cercato di inquinare le prove”. Intercettato in auto, mentre parlava da solo, l’uomo avrebbe espresso il timore che il corpo della ragazza, che era stata strangolata e bruciata, potesse essere ritrovato. E' verosimile che il movente debba essere ricercato nella probabile scoperta dello stato di gravidanza della 22enne che l'indagato voleva evitare si sapesse.

Un’investigazione dell’Fbi in perfetto stile cold case, che ha sfruttato le moderne tecniche, ha individuato a oltre 75 anni di distanza il presunto delatore che tradì Anna Frank. L’uomo sarebbe Arnold van den Bergh, membro della comunità ebraica di Amsterdam, che la vendette di fatto ai nazisti insieme alla sua famiglia per cercare di salvare la propria.

Novak Djokovic, espulso domenica dall’Australia, è arrivato a Belgrado da Melbourne. Ad attenderlo una folla di giornalisti. La notizia della sua espulsione è definita come “scandalo” e “vergogna” sulle prime pagine dei giornali serbi. Ma il futuro del numero uno del tennis mondiale appare incerto: in Francia è stato introdotto l’obbligo di vaccino per tutti gli atleti, professionisti o dilettanti, che gareggiano nel Paese. In forse anche la partecipazione di Djokovic anche al Roland Garros, il secondo torneo del Grande Slam della stagione.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA