Notizie Locali


SEZIONI
Catania 27°

verso le politiche

L’allarme di Letta: «Ingerenze della Russia nella campagna elettorale per favorire la Destra»

Di Redazione |

 «La Russia è entrata in questa campagna elettorale. C'è una forte ingerenza della Russia a favore della destra, perché il governo russo sa che la nostra posizione continuerà ad essere in linea con la posizione  contraria a Putin». Lo ha detto il leader del Pd Enrico Letta ani intervista al giornale spagnolo El Periódico. Enrico Letta sostiene che i sondaggi non solo danno il centro-destra in vantaggio, ma segnalano anche che «il 45% degli elettori è indeciso» e che il Pd lavorerà su «indecisi e astensionisti» per «convincerli dei rischi che si corrono con la destra». Una delle «minacce» principali per il Paese, aggiunge Letta, è quella di finire «fuori dal cuore dell’Europa» e a fianco di Polonia e Ungheria», due Paesi «guidati oggi da governi sanzionati dall’Ue per molte questioni legate ai diritti fondamentali». È infatti insieme a questi governi che leader politici come Giorgia Meloni e Matteo Salvini vorrebbero posizionare l’Italia. Il leader Dem ricorda anche che quest’ultimo e Silvio Berlusconi sono «due amici della Russia». In quanto al programma in vista delle elezioni, il segretario generale del Pd sostiene che la priorità dev'essere «far partire il prima possibile» il piano di ripresa post-Covid con fondi europei, «mettere un tetto al prezzo dell’energia» come già fatto in Spagna di recente, «lottare contro la crisi climatica», ridurre le disuguaglianze e «ridurre fortemente le tasse sul lavoro». Alla domanda: «Continuerà alla guida del Pd in caso di sconfitta?», la risposta di Letta è: «Vinceremo…».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: