Notizie Locali


SEZIONI
Catania 23°

catania

Rifiuti: il “furbetto” di turno è Lanfranco Zappalà

Pizzicato mentre scarica in strada a Piano Tavola e multato. «Erano foglie, contro me sciacallaggio»

Di Francesca Aglieri Rinella |

Un video inequivocabile che “incastra” il furbetto di turno, senza alcun dubbio sull’identità del cittadino (in questo caso un noto politico catanese), ma che allo stesso tempo impone una riflessione: possono le immagini registrate da un sistema pubblico di videosorveglianza essere date in pasto ai social? È quanto accaduto all’ex vicepresidente del Consiglio comunale di Catania, Lanfranco Zappalà, pizzicato appunto dalle telecamere mentre scarica rifiuti in una zona isolata di Piano Tavola, in territorio di Belpasso. Nel video – finito su Facebook e inoltrato migliaia di volte nelle chat WhatsApp – si vede Zappalà che scende dal suo Suv bianco e scarica sul ciglio della strada, uno dopo l’altro, tre sacchi trasparenti di rifiuti.

L’errato conferimento e la multa

«Erano foglie bagnate – si giustifica Zappalà contattato da La Sicilia – sono stato imprudente, ma le ho conferite perché il centro di raccolta la domenica è chiuso. Sono stato contattato dal comando dei vigili urbani di Belpasso che ha avuto modo di constatare come non si trattasse di rifiuti, ma di fogliame. Mi è stata comminata un’ammenda per il conferimento irregolare». E poi dalla difesa all’attacco: «Credo che la questione qui sia anche un’altra: lo sciacallaggio politico di cui ancora una volta sono vittima. Possono certe immagini che dovrebbero essere tutelate dalla privacy finire nelle mani di gente senza scrupoli che non ha esitato a farne un uso indiscriminato? Sto valutando azioni legali a tutela della mia persona».Zappalà – candidato sindaco nel 2023, uscito dagli scranni di Palazzo degli Elefanti, dov’è stato seduto per 30 anni ininterrottamente – ha sbagliato e va multato. Ma resta qualche perplessità su come quelle immagini siano uscite dagli uffici comunali di Belpasso, per finire sui social.

Il j’accuse social del sindaco di Catania

“Un ex qualcosa (non aggiungo altro) – scrive Enrico Trantino su Facebook – spesso pubblica video di discariche cittadine, chiedendo cosa stia facendo il Sindaco. Ho sempre precisato che noi bonifichiamo e controlliamo, ma rispetto alla dimensione del fenomeno non riusciamo a contenere queste criminali manifestazioni di degrado. Mi sono sempre chiesto quanti, tra coloro che si lamentano, paghino i tributi e siano esenti da colpe. Oggi mi è giunto un video che ritrae questo “ex” mentre, dal suo Suv, abbandona tre grandi sacchi di rifiuti in una di queste improvvisate discariche. Ho sempre preferito pesare le persone per come agiscono, più che per quel che dicono. Ma rispetto al complessivo degrado che ci stringe, abbiate il pudore di tacere, a meno che non siate cittadini modello. La città siamo tutti noi. Non chiediamo agli altri di fare quel che noi non siamo in grado di fare”.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA