Notizie Locali


SEZIONI
Catania 13°

SERIE D

Il Catania ad Aversa riprende la sua cavalcata: Rapisarda, Russotto e De Respinis firmano la vittoria

La strigliata di Giovanni Ferraro dopo il pari contro la Sancataldese ha sortito gli effetti sperati

Di Andrea Cataldo |

La strigliata di Giovanni Ferraro, nel post Catania – Sancataldese ha sortito gli effetti sperati. Il Catania vince ad Aversa e dimostra che quello di domenica scorsa è stato solo un piccolo passo falso. I rossazzurri dunque riprendono la cavalcata che si era momentaneamente interrotta nell’ultimo turno e salgono a quota 85 punti. La decidono i bomber di scorta Francesco Rapisarda, Andrea Russotto e Alessandro De Respinis. 

Non è stata una bella partita. E non poteva essere diversamente, considerato che i campani come al solito hanno giocato per non prenderle, dunque hanno preferito difendere e mai offendere. In più, il campo, completamente sconnesso, ha reso il gioco spezzettato. Le tante aree del rettangolo completamente ricoperte di terra hanno fatto diventare la palla pazza e per i calciatori è stata una vera impresa controllare la sfera.

Un 11 sperimentale

Senza Somma, Rizzo, Palermo, Jefferson e Litteri, Ferraro ha disegnato un 11 sperimentale, che prevede il catanese Di Grazia in mezzo al campo insieme a Lodi e Vitale. In difesa, al fianco di Lorenzini si rivede Castellini. In avanti con Sarao e Chiarella prende posto Giovinco. 

Pronti via si fa male Chiarella, per lui un infortunio muscolare. Al suo posto entra Andrea Russotto. Al 10’ il Catania passa in vantaggio. Da azione di corner, Lodi spedisce la palla con il contagiri sulla testa di Rapisarda che fa 1-0. Non succede molto altro nel primo tempo. 

Il secondo tempo

Poi nella ripresa, Ferraro cambia subito. Fuori Giovinco e dentro De Respinis. Ed è proprio il neo entrato ad imbeccare Sarao al 7’. L’attaccante riceve palla dal compagno e spara di prepotenza. Para Russo. Il gol invece lo fa il Real Aversa. E che gol. Al 10’ Gassama decide di fare tutto da solo. Riceve la sfera ai 30 metri dalla porta difesa da Bethers. Doppio passo e salta Lodi, palla attaccata al sinistro, supera anche Rapisarda e completa l’azione con un tiro di rara bellezza. Applausi per lui. Il Catania subisce il colpo ma non collassa. De Respinis guida la reazione. Al 15’ l’esterno chiude un rapidissimo contropiede con un sinistro sfortunato. La palla infatti conclude la propria corsa sull’incrocio dei pali. Avrebbe meritato maggiore fortuna la conclusione dell’avanti.

Attacco a 4 punte

Ferraro cambia ancora. La vuole vincere, quindi schiera contemporaneamente 4 attaccanti. Con Sarao, schiera anche De Luca, De Respinis e Russotto. La scelta porta subito i frutti. Il Catania si riporta in vantaggio. Al 28’ Vitale scappa sull’out di destra e crossa in area. Andrea Russotto controlla e con il destro batte il portiere campano. Il Catania non è sazio e dilaga nel finale. Dopo il gol, infatti, Russotto regala anche un assist a De Respinis. Con il destro lancia a tu per tu il compagno, che controlla e realizza il gol del 3-1. La gara si chiude qui. 

Appuntamento a domenica prossima per la gara interna contro la Polisportiva Santa Maria Cilento, in occasione della quale si svolgerà allo stadio “Massimino” la festa con la presenza del presidente dei rossazzurri Ros Pelligra.

Il tabellino

Real Aversa-Catania 1-3

Real Aversa (4-3-1-2): Russo 5,5 (35’ st Mariano 6); Boemio 5,5, Nespoli 6, Bonfini 6, D. Strianese 5,5 (1’ st M. Strianese 5,5); Ruggiero 5,5, Del Prete 6, Schiavi 6; Gassama 7; Cavallo 6 (45’ st Scognamiglio sv), Romano 6 (35’ st Petricciuolo 5,5). A disp.: Di Lorenzo, Piccolo, Boggia, Passariello, Fallivene. All. Antonio Di Martino 5 (squalificato Rosario Campana). 

Catania (4-3-3): Bethers 6,5; Rapisarda 7, Castellini 6,5, Lorenzini 6,5, Boccia 6,5; Di Grazia 6,5 (5’ st Buffa 6) (20’ st De Luca 6), Lodi 6,5, Vitale 6; Chiarella sv (3’ Andrea Russotto 7), Sarao 6,5, Giovinco 6 (6’ st De Respinis 7). A disp.: Groaz, Pappalardo, Pedicone, Baldassar, Forchignone. All. Giovanni Ferraro 6,5.

Arbitro: Andrea Bortolussi di Nichelino 6 (Castellari – Manni). 

Reti: 10’ Rapisarda, 10’ st Gassama, 28’ st Andrea Russotto, 38’ st De Respinis, 

Note: spettatori 500 circa, un centinaio i tifosi del Catania, ma non residenti nella provincia di Catania, considerato che il Prefetto di Caserta ha vietato la trasferta ai tifosi etnei residenti nel catanese). Ammoniti: Di Grazia, M. Strianese, Buffa. Angoli: 1-4. Recupero: 2’ e 4’.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: