Notizie Locali


SEZIONI
Catania 20°

agenzia

Inzaghi amaro dopo Spezia, martedì serve reazione feroce

"Un solo gol su rigore su 27 tiri, serviva più cinismo"

Di Redazione |

LA SPEZIA, 11 MAR – “Sapevamo la difficoltà che ci avrebbe proposto questa partita, siamo molto dispiaciuti per il risultato. Per quanto creato, nel primo tempo non dovevamo chiudere sullo 0-0. Sarebbe servito un po’ più di cinismo, più cattiveria in area. Poi ogni partita vive di episodi e lo Spezia è stato più forte di noi sotto questo aspetto”. Lo ha detto Simone Inzaghi, allenatore dell’Inter, al termine della partita persa al Picco della Spezia per 2-1. Nerazzurri in controllo della partita per tutto il primo tempo, ma incapaci di finalizzare anche grazie ad un grande Dragowski, che ha anche parato un rigore a Lautaro. “Abbiamo fatto 27 tiri e un solo gol su rigore, lo Spezia con due tiri ha fatto due reti. Per il risultato siamo delusi, per quanto riguarda la prestazione, i ragazzi hanno dato tutto”, osserva amaramente Inzaghi. A fine partita dal settore ospiti la richiesta di dare subito una scossa. “I nostri tifosi non erano ovviamente contenti di una sconfitta, ma il calcio è così. Il nostro cammino lontano da San Siro non è da Inter – continua -. In casa abbiamo un’ottima media, l’anno scorso in trasferta facevamo altri punteggi. Ci fa male, ma abbiamo l’obbligo di rialzarci e pensare al proseguo, perché martedì abbiamo un impegno importante. Ora serve quella ferocia che ci faccia far una grande partita contro il Porto. Ci siamo già riusciti in stagione”.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: