Notizie Locali


SEZIONI
Catania 11°

Arti marziali

Italian Open International a Catania con i campioni dello ju jutsu

Presentata dall'assessore allo Sport Sergio Parisi e da Giovanni Puglisi presidente della Dai-Ki Dojo Catania, la due giorni internazionale che sabato 9 aprile e domenica 10 aprile vedrà in gara al Palaghiaccio della Plaia oltre 400 atleti in rappresentanza di ben 16 Nazioni  

Di Lorenzo Magrì |

Due anni da dimenticare per lo sport e le arti marziali in particolare penalizzati dal lungo lockdown per la pandemia da Covid-19 che speriamo possano essere solo un ricordo. E’ quello che sperano gli organizzatori della due giorni internazionali di ju jitsu, che dopo gli Assoluti del 2019, riporterà a Catania il 9 e 10 aprile un grande evento di arti marziali e stavolta con una due giorni internazionale di assoluto valore organizzata dalla Dai-Ki Dojo Catania di Giovanni Puglisi col patrocinio della Fijlkam e il sostegno del Comune di Catania e di tanti sponsor.

I due eventi, l’Italian Open International e l’Ajp Tour Italy sono stati svelati ufficialmente nel corso della presentazione che si è svolta all’Assessorato alle Politiche Comunitarie del Comune di Catania con padrone di casa l’assessore allo Sport Sergio Parisi affiancato dal dott. Fabio Finocchiaro, direttore Direzione Sport e da Paolo Di Caro, direttore Direzione Cultura.

«Ripartiamo con lo ju jitsu – ha fatto il suo esordio l’assessore Sergio Parisi – e per il Comune di Catania è un motivo d’orgoglio essere ancora una volta un punto di riferimento per la Fijlkam. Ci sono tutti gli ingredienti per assistere a due giornate di grande sport e un grazie va alla Dai-Ki Dojo Catania che oltre a organizzare l’evento con i suoi atleti porta in alto i colori della nostra città a tutti i livelli».

«Dopo il successo degli Assoluti che abbiamo organizzato nel 2019 – spiega Giovanni Puglisi, presidente della Dai-Ki Dojo Catania – abbiamo dirottato a Catania un grande evento internazionale con oltre 400 atleti e campioni di ben 16 Nazioni che non mancheranno di regalare grande spettacolo agli appassionati che assisteranno all’evento. Ringraziano il Comune di Catania che ci è stato vicino, gli sponsor che hanno reso possibile l’organizzazione e la Fijlkam che ci ha sostenuto con in prima fila il consigliere nazionale Salvatore Campanella».

Si sono poi succeduti gli interventi da Salvatore Campanella a Luigi Sabatino, membro della Commissione nazionale ju jitsu, che ha tenuto a ribadire l’importanza di questa gara che rappresenta la ripresa di tutto il movimento; a Gery Spina, Fiduciario regionale; il Delegato provinciale Fijlkam, Francesco Pennisi e il vice presidente del Coni Sicilia Enzo Falzone.

La chiusura è stata dedicata alla gara di solidarietà per il popolo ucraino, con una raccolta che verrà effettuata al Palaghiaccio come ha spiegato Enrica Mascali promotrice dell’iniziativa: «Un gesto d’amore in favore dell’Associazione Italo-Ucraina “I nuovi confini” per stare vicini a questo popolo in un momento così drammatico».COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: