Notizie Locali


SEZIONI
Catania 26°

Sport

Ju Jitsu: quattro catanesi protagonisti in azzurro

Al World Professional Jujitsu Championship di Abu Dhabi, l'Italia ha schierato il magnifico quartetto della Dai-ki Dojo Catania del maestro Giovanni Puglisi.

Di Lorenzo Magrì |

Quattro talenti catanesi dello ju jitsu protagonisti con il Team Italia Fijlkam alla 14ª edizione del World Professional Jujitsu Championship di Abu Dhabi. Non sono arrivate medaglie, ma c'è stata la consapevolezza che i quattro atleti, Ettore Pidatella, Federico Finocchiaro, Dario Licciardello ed Emanuele Giglio, ce l’hanno messa tutta, ma non è stato sufficiente a sfatare il “Jiu Jitsu Arena” di Abu Dabhi.

I quattro atleti, tutti catanesi e tutti tesserati per la Dai-ki Dojo Catania del maestro Giovanni Puglisi, in gara per la prima volta in una competizione mondiale, il massimo livello del Jujitsu, hanno lottato con grinta e tenacia ma non hanno centrato il podio. Hanno tuttavia collezionato un'esperienza unica che contribuirà alla loro crescita tecnica e a quella di tutto il movimento federale.

Insieme ai ragazzi, la delegazione era composta dal maestro Giovanni Puglisi e dal maestro Valerio Putrino della Dai-Ki Dojo Catania.

<Bisogna lavorare tanto – spiega il maestro Giovanni Puglisi, capo delegazione Fijlkam ad Abu Dhabi – perché il livello era altissimo, ma bisogna affermare che è stata un’esperienza unica sia per gli atleti che si sono confrontati con grandi campioni mondiali, sia per noi tecnici. Era la prima volta di una squadra nazionale ad Abu Dhabi e il bilancio non può che essere positivo. Per i nostri quattro ragazzi un premio per l'impegno e i sacrifici per arrivare in azzurro>.

Ettore Pidatella, Federico Finocchiaro, Dario Licciardello ed Emanuele Giglio – conclude il maestro Puglisi – sono tutti entrati alla Dai-ki Dojo a 5/6 anni, partiti dal primo turno fino a giungere alla squadra agonistica adulti, passando da innumerevoli Christmas Cup e Coppa Primavera ed esami di cintura e adesso il giusto premio: la maglia azzurra>.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: