Notizie Locali


SEZIONI
Catania 19°

agenzia

Belgorod, nuovi attacchi con droni. Kiev: “Presto altre azioni in Russia”

Di Redazione |

“Un gasdotto è stato danneggiato nel distretto di Grayvoron”, scrive ancora. “E’ in corso un piccolo incendio. È inoltre in fase di ripristino la rete elettrica danneggiata durante l’incursione del gruppo di sabotaggio e ricognizione. Tutti i lavori per ripristinare l’alimentazione nel distretto di Grayvoron saranno completati oggi. Successivamente, riprenderanno l’approvvigionamento idrico e le comunicazioni cellulari”.

“Ci sono nove persone negli ospedali: tre persone sono in terapia intensiva in gravi condizioni. Ci sono più di 550 persone nei centri di accoglienza temporanea. Spero anche che non appena le forze dell’ordine lo permetteranno, possiate tornare alle vostre case. Il calcolo complessivo dei danni degli ultimi giorni nel distretto di Grayvoron non è stato ultimato. Ho anche ricevuto ulteriori informazioni dal distretto di Yakovlevsky. Di notte, ordigni esplosivi sono stati sganciati due volte dai droni nel villaggio di Tomarovka su due edifici amministrativi. Non ci sono stati incendi, morti o feriti”, conclude Gladkov, secondo quanto riporta il ‘Guardian’.

Secondo Oleksyi Danilov, segretario del Consiglio di Sicurezza e Difesa Nazionale ucraina, attacchi come quelli compiuti a Belgorod potrebbero ripetersi in altre zone della Russia a causa “del numero di cittadini russi contrari al regime” rispetto all’invasione ucraina. “Briansk, Kursk, Voronezh ed altre regioni non possono essere al sicuro se si tiene conto del numero di cittadini russi che si oppone al regime e che potrebbe dar vita a proteste in qualunque parte della Russia”, ha aggiunto Danilov, citato dall’Unian.

La Russia, dal canto suo, reagirà con “estrema durezza” a ulteriori incursioni sul suo territorio, ha assicurato il ministro russo della Difesa, Sergei Shoigu. “Continueremo a rispondere a questo genere di azioni dei militanti ucraini prontamente e con estrema durezza”, ha detto Shoigu davanti ai funzionari, secondo quanto riferito dal ministero della Difesa.

Anche il ​​portavoce della Commissione nazionale antiterrorismo di Mosca, Andrey Przhezdomsky, ha garantito che la Russia sarà in grado di contrastare le minacce terroristiche nelle sue aree di confine, nonostante le difficoltà che sta affrontando ora. “Come diciamo in situazioni come questa, sì, le cose sono difficili. Penso che saremo in grado di contrastare qualsiasi minaccia di attacco al territorio russo”, ha affermato Przhezdomsky, quando gli è stato chiesto da un giornalista della Tass di commentare gli sviluppi al confine russo.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: