Notizie Locali


SEZIONI
Catania 24°

agenzia

Sport: Abodi, ‘Special Olympics è un allenamento dell’anima’

Di Redazione |

Torino, 19 feb. – Il Museo Nazionale del Cinema, la cui sede è l’iconica Mole Antonelliana, simbolo architettonico della città di Torino e dell’Italia tutta, ha ospitato oggi la Conferenza stampa di presentazione dei XXXV Giochi Nazionali Invernali Special Olympics Italia, in programma in Piemonte tra Sestriere, Pragelato, Entracque e Borgo San Dalmazzo dal 4 all’8 marzo 2024. La Conferenza ha visto la partecipazione entusiasta del Ministro per lo Sport e i Giovani Andrea Abodi, storico sostenitore di Special Olympics: “Ogni volta che ci si incontra con Special Olympics è un allenamento dell’anima. Un lavoro costante che non si interrompe mai: abbiamo piena consapevolezza di ciò che state facendo. Rispetto, solidarietà, squadra, amore, partecipazione, umanità: nulla è scontato nei valori basici della filosofia di Special OIympics”. Ed ha proseguito:” Quando veniamo qui siamo molto coinvolti emotivamente, anche se non sembra, riusciamo a trasmettere e profondere tutte le energie che vorremmo mettere in campo. Desideriamo servire la nostra nazione, migliorare la qualità della vita, supportare”.

Un messaggio forte anche dal Presidente Special Olympis Italia, Angelo Moratti: “Special Olympics, 40 anni di attività in Italia, 3 5 di Giochi Nazionali Invernali. Il riconoscimento più grande dei traguardi raggiunti è rappresentato dalle testimonianze dei nostri atleti, così come dal volto e dalle espressioni gioiose dei loro familiari in occasione degli eventi. I Giochi Nazionali Invernali Special Olympics tracciano un percorso umano che va oltre lo sport e le gare: avvicinano le persone, generano empatia, una comune passione senza pietismo”. Ed ha proseguito: “C’è ancora tanta strada da percorrere, ma l’organizzazione, per la prima volta nel nostro Paese, dei Giochi Mondiali Invernali in Piemonte nel 2025 è un’opportunità unica da vivere. Sarà in grado di avvicinare chiunque, invitandolo a conoscere, attraverso lo sport come linguaggio universale, gli atleti e soprattutto le persone oltre le disabilità intellettive. Un evento di questo genere rappresenta un’opportunità culturale: può insegnare al nostro Paese e al mondo intero a non aver paura delle differenze, a fare tesoro della conoscenza e, in un’ epoca che scorre sempre più veloce, a non fermarsi mai all’apparenza ”.

Il Presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio ha commentato: “La Regione sostiene convintamente Special Olympics perché associa l’eccellenza del prodotto sportivo all’inclusione e all’umanità che caratterizzano questo evento”. L’Assessore alla Cultura Rosanna Purchia, in rappresentanza del Sindaco di Torino Stefano Lo Russo ha dichiarato: ”Oggi assistiamo ad una lezione di vita: una corsa, una danza verso la bellezza dello sport e dell’esistenza umana”.

Lorenzo Miceli ha portato il messaggio del Ministro per le Disabilità Alessandra Locatelli: ”Quest’anno i Giochi Nazionali Invernali assumono una valenza ancora più importante poiché sono il preludio del prossimo anno, quando Torino ed il Piemonte ospiteranno gli Special Olympics World Winter Games. Un evento di caratura mondiale che avrà luogo per la prima volta in Italia. Rivolgo un grazie a Special Olympics Italia per il grande lavoro che svolge quotidianamente”. Sono intervenuti inoltre il Sindaco di Sestriere Gianni Poncet ed il Sindaco di Pragelato Giorgio Merlo: ”che hanno evidenziato il valore sociale ed educativo dell’evento, che coinvolgerà le comunità locali”, a seguire il Vice Presidente Coni Comitato Regionale Piemonte Raffaele Di Gennaro e il Consigliere Federale FISI Pietro Marocco.

L’Atleta è sempre al centro di ogni evento Special Olympics. Ecco allora che anche in occasione della conferenza sono intervenuti Flavio Ferrero, torinese, atleta Special Olympics dello sci alpino:” Lo sport per me è molto importante. Mi ha migliorato la vita ed oggi ho anche un lavoro che amo. Venite a vedere i Giochi Nazionali”. Desirèe Palumbo, ventenne della Val di Susa, che gareggia nello stessa specialità di Flavio: “Lo sport mi da tanta adrenalina, penso a qualcuno di importante e ho tanta grinta quando scio. Grazie a Special Olympics, grazie allo sport, io ho sconfitto le mie paure. Guardo sempre avanti con l’obiettivo di fare le gare al meglio, divertirmi e anche vincere, se capita!”.

Fabrizio Paschina, Executive Director Communication and Image Intesa Sanpaolo, Main Partner dell’evento, è intervenuto per sottolineare la vicinanza agli atleti e la condivisione e il supporto alla filosofia di Special Olympics: ”Siamo felici di sostenere anche quest’anno Special Olympics. Circa 600 atleti con e senza disabilità intellettive potranno competere e vincere, supportati anche da numerosi colleghi Intesa Sanpaolo che parteciperanno come volontari. La Banca è vicina ai giovani, alle comunità e promuove i valori dell’inclusione e dello sport, fondamentali in una società che vuole essere equa ed evoluta”.

Presenti e intervenuti anche gli altri Partner che sostengono con vigore i XXXV Giochi Nazionali Invernali. Cristina Camilli, Direttore Comunicazione, Relazioni istituzionali e Sostenibilità Coca-Cola, Roberta Salvaderi, Corporate Communications & CSR Team Leader Mitsubishi Electric, Emanuele Sbrana, Customer Contact Centre Manager Carglass, Federico Filippa, Group Corporate & Internal Communication Director Cisalfa Group Cisalfa, Alessia Fornaseri, Hr Business Partner Nord-Ovest Wurth e Marzia Picciano, Public Affairs Manager UPS.

Fabio Procopio, atleta Special Olympics che gareggerà nella danza sportiva, ha chiuso la presentazione recitando l’emozionante Giuramento dell’atleta : ”Che io possa vincere, ma se io non riuscissi che io possa tentare con tutte le mie forze”. Gli assoluti protagonisti dei Giochi Nazionali saranno proprio circa 600 atleti, con e senza disabilità intellettive, che si cimenteranno con tutte le loro forze nelle sei discipline dello sci alpino, sci nordico, snowboard, corsa con le racchette da neve, floorball e danza sportiva . Provenienti da ogni parte d’Italia, la loro parola d’ordine è dare prova di capacità e talento nello sport offrendo, attraverso di esso, punti di vista diversi da cui osservare le persone con disabilità, ora portatrici di autonomia ed inclusione.

I Giochi incarneranno letteralmente l’apripista ai prossimi Giochi Mondiali Invernali Special Olympics, edizione organizzata per la prima volta in Italia dall’8 al 16 marzo 2025: un Test Event, quindi, che coinvolgerà anche alcune delegazioni straniere quali l’Austria, la Germania, la Lettonia ed l’Ungheria nella disciplina del floorball, prevedendo una costante collaborazione con l’organizzazione internazionale di Special Olympics.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: