home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

"Polaretti" copiati: Tribunale di Catania dà ragione ad azienda Dolfin

Accolto ricorso e ordinato il ritiro immediato dal mercato dei "Birulì Ice" della Walcor, per concorrenza sleale

"Polaretti" copiati: Tribunale di Catania dà ragione ad azienda Dolfin

CATANIA - Il Tribunale di Catania ha ordinato il ritiro immediato dal mercato dei "Birulì Ice" della Walcor per «concorrenza sleale per imitazione servile, appropriazione di pregi e imitazione parassitaria», accogliendo così il ricorso dell’azienda dolciaria Dolfin di Riposto, che aveva contestato il lancio sul mercato un ghiacciolo al succo di frutta (da gelare e senza stecco) molto simile, anche per il character associato alla confezione, ai popolari "Polaretti" lanciati dall’azienda etnea 25 anni fa.


A rendere ancora più evidente l’imitazione, si spiega nella sentenza, è stato il packaging del prodotto, dai colori alla grafica: l’incarto dei ghiaccioli Walcor presenta infatti i personaggi di una serie di cui l’azienda è legittimamente licenziataria ma che, a giudizio del Tribunale di Catania, associati al ghiacciolo senza stecco configura «una consapevole condotta imitativa, detta del "look-alike", realizzata con modalità suscettibili di arrecare una significativa confusione al consumatore medio che acquista sulla base di un esame rapido e sintetico dell’aspetto d’insieme del prodotto e di certo non si sofferma sui dettagli».
Dal 1992 Dolfin ha scelto come testimonial dei suoi ghiaccioli al succo di frutta 'Mister Polarettò, riprodotto insieme al brand che rappresenta su gadget, matite e accessori per la scuola.

«Da venticinque anni - ha detto il presidente di Dolfin Santi Finocchiaro - Dolfin è leader nel settore dei ghiaccioli da gelare. La scelta del ricorso contro uno dei nostri competitor è stata a lungo ponderata: alla fine ci è sembrata doverosa anche e soprattutto nei confronti dei consumatori, grandi e piccini. Per questo siamo doppiamente rincuorati da questa sentenza, che premia oltre all’originalità anche il nostro costante impegno nella qualità totale, negli investimenti in ricerca e tecnologia e nell’attenzione all’ambiente con il ricorso alle fonti rinnovabili». Soddisfatto anche l’avvocato Santi Delia, che con il suo team di legali ha difeso in tribunale i Polaretti Dolfin. «Sotto il profilo legale - ha detto Delia - è stata una vicenda esemplare. Siamo riusciti a dimostrare che, nonostante Walcor fosse legittimamente licenziataria del brand, l’aver accostato nel packaging quei personaggi ai ghiaccioli al succo di frutta avrebbe indotto in errore l’ignaro acquirente arrecando un danno diretto a Dolfin». 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 1
  • stefanienko

    19 Settembre 2017 - 11:11

    per sbaglio è capitato anche a me di prendere quelli walcor anzichè Dolfin. I polaretti sono però indubbiamente più buoni!

    Rispondi

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO