home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Milano, provocò la morte di due studenti siciliani, ora è finito in carcere

L'uomo, nel 2011, da ubriaco causò un incidente stradale. Ora la Cassazione ha respinto l'ultimo ricorso e i carabinieri lo hanno prelevato per portarlo in carcere. deve scontare una pena di 5 anni e due mesi

Milano, provocò la morte di due studenti siciliani, ora è finito in carcere

E’ finuto in carcere il professionista milanese che l’8 ottobre 2011 causò, da ubriaco, un incidente stradale in cui morirono, uno sul colpo e l’altro in ospedale, due studenti universitari siciliani.
Leonardo Cereda, 44 anni, sposato e con un figlio, era alla guida di una Fiat 500 e aveva investito a un incrocio, a Milano, per una mancata precedenza, Claudio Caruso, di 22 anni, e Gabriele Chierzi, di 23, due ragzzzi siciliani che studiavano all’Università Bocconi.

Allora era stato arrestato per omicidio colposo con l’aggravante dello stato di ubriachezza. Ora, dopo due gradi di giudizio, il 28 giugno scorso, la Cassazione ha rigettato il ricorso dei suoi legali e il Tribunale di Milano ha quindi emesso un ordine di esecuzione di pena a 5 anni e 2 mesi che è stato eseguito ieri dai carabinieri.

Secondo quanto riferito l’uomo è apparso sorpreso, forse confidando nell’accoglimento del ricorso in Cassazione. La patente gli era stata sospesa per sei mesi al momento dell’ arresto e poi ridata, e svolgeva normalmente la sua attività di rappresentante guidando l’auto.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa