home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Fotografia: Catania adotta l'arte di Phil Stern

Alle Ciminiere un padiglione dedicato al fotografo dello sbarco alleato in Sicilia, il 25 settembre l'inaugurazione

Fotografia: Catania adotta l'arte di Phil Stern

CATANIA - Philip Stern e la Sicilia. Un legame forte, fortissimo. E che adesso sarà rinsaldato da un intero padiglione dedicato al compianto fotografo statunitense, che immortalò lo sbarco alleato in Sicilia, sulle coste meridionali nel luglio del 1943. Evento storico e forse non troppo attenzionato dai siciliani. Proprio per questo nasce l’iniziativa della Fondazione Oelle Mediterraneo Antico, subito “sposata” dal sindaco metropolitano Enzo Bianco che ha firmato il provvedimento con cui dà il via libera al padiglione alle Ciminiere e all’esposizione permanente di 70 immagini di Stern.

La Fondazione Oelle Mediterraneo Antico, presieduta dall’imprenditrice catanese Ornella Laneri, contribuisce così ad arricchire la collezione del Museo Storico dello Sbarco in Sicilia. La data fissata dalla fondazione per l’inaugurazione del “Phil Stern Pavilion” è il 25 settembre, alle 18.30, alla presenza dei figli del fotografo, Peter e Tom, che giungeranno da Los Angeles per testimoniare il lavoro svolto in questi anni da un gruppo di professionisti per valorizzare l’opera di Stern attraverso mostre, libri, convegni e lectio magistralis come quella tenuta dallo stesso maestro, nel 2013, per i giovani studiosi di fotografia della Accademia di Belle Arti di Catania sul reportage contemporaneo.

Sarà presente all’inaugurazione anche Lucio Villari, storico dell’età contemporanea. Il “PHil Stern Pavilion”, curato dallo storico Ezio Costanzo, fortemente voluto dalla Laneri, i è stato realizzato grazie ad un accordo tra la Città Metropolitana di Catania, gestore della struttura museale, e la Fondazione che ha finanziato l’allestimento e ha ceduto in comodato d’uso al museo le opere di Phil Stern ricevute dagli eredi.

 

Il padiglione conterrà 70 immagini fine art di grande formato della guerra in Sicilia (1943) scattate da Stern durante l’Operazione Husky dell’estate di 74 anni fa. Saranno esposte anche gigantografie, pannelli storici illustrativi, una collezione di fotografie della vita dell’autore, poster, manifesti e immagini originali riguardanti gli anni del dopoguerra trascorsi da Stern sui set di Hollywood e nel mondo artistico del jazz. In esclusiva per il museo saranno esposte anche alcune fotografie realizzate da Carmelo Nicosia, direttore della Fondazione e fotografo personale di Stern nei giorni del suo ritorno in Sicilia nel 2013 e pubblicate nel libro “Phil Stern. Welcome back to Sicily” (Le Nove Muse Editrice, 2015), immagini che ritraggono gli aspetti umani del fotografo che riporta la sua famiglia in Sicilia dopo 70 anni, rivivendo i luoghi che lo videro giovane reporter.

Tra le attività della Fondazione Oelle Mediterraneo Antico anche l’obiettivo di creare uno specifico distretto turistico culturale dei luoghi dello sbarco in Sicilia - tra Licata e Cassibile - sul modello di quanto fatto in Inghilterra e ancora di più in Francia nella regione della Normandia.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO