home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Enna, un aiuto in più contro le neoplasie

All'ospedale "Umberto I", grazie alla collaborazione tra le due unità, istituito l'ambulatorio di Cardio-oncologia

Enna, un aiuto in più contro le neoplasie

ENNA - Un nuovo servizio arricchisce l’offerta che l’ospedale Umberto I è in grado di offrire ai pazienti affetti da neoplasia. Si tratta dell’ambulatorio di Cardio-oncologia nato dalla stretta collaborazione fra le due unità operative di Cardiologia ed Oncologia, dirette dai dottori Lello Vasco e Carlo Santangelo. «I colleghi oncologi - ha dichiarato Vasco - hanno subito raccolto l’invito al potenziamento dell’offerta sanitaria in favore dei malati neoplastici che da oggi avranno un surplus di “attenzioni” a tutto beneficio del miglioramento della qualità della vita».

«La Cardio-oncologia - spiega ancora Vasco - è una disciplina finalizzata alla prevenzione, diagnosi e trattamento delle complicanze cardiovascolari delle terapie antitumorali rappresentate da aritmia, ischemia, disturbi pressori tromboembolismo. Tali complicazioni possono verificarsi sia in una situazione acuta che in una cronica. Considerata l'estrema importanza della chemioterapia nella cura dei tumori, la valutazione cardiologica, al momento della diagnosi oncologica, può contribuire significativamente alla prevenzione di eventi avversi cardiotossici».

L’ambulatorio di Cardio-oncologia, ubicato all’interno della unità operativa di Cardiologia è già operativo. A selezionare i pazienti da sottoporre alla valutazione cardiologica saranno gli oncologi secondo protocolli condivisi con i colleghi cardiologi. La valutazione cardiologica consiste essenzialmente nella visita, nella esecuzione di un elettrocardiogramma, nella attenta e precisa valutazione della funzione contrattile del miocardio.

Quest’ultima indagine è resa possibile dalle attrezzature di avanguardia di cui è dotata la unità operativa di Cardiologia rappresentate da ecocardiografi di ultima generazione top di gamma nella metodica e da un attento monitoraggio dei valori dei markers di laboratorio di tossicità cardiaca. Ad occuparsi direttamente della nuova attività la giovane cardiologa, dott. Pamela Licata, con esperienza nella diagnostica ecocardiografica e nell’utilizzo di metodiche specifiche nella valutazione della funzione contrattile del miocardio.

Soddisfatto anche l’oncologo, dr. Carlo Santangelo, il quale ha dichiarato: «Grazie alla stretta collaborazione con i nostri cardiologi, un altro passo in avanti viene compiuto in favore dei pazienti neoplastici. Si tratta di una straordinaria attività che sarà in grado di migliorare in modo significativo, la qualità della vita di questi pazienti».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa