home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Poliziotti in costume da bagno perlustrano spiaggia per arrestare spacciatore

Un tunisino di 21 anni spacciava sul litorale a Punta Braccetto, frazione di Santa Croce Camerina

Poliziotti in costume da bagno perlustrano spiaggia per arrestare spacciatore

Santa Croce Camerina (Ragusa) - Gli agenti della Squadra Mobile hanno arrestato un cittadino tunisino a Punta Braccetto, frazione balneare si Santa Croce Camerina, per spaccio di hashish. In manette è finito N.T di 21 anni dopo le denunce di alcuni residenti e villeggianti della località turistica, stanchi dell’attività di spaccio che avveniva davanti a loro e soprattutto ai bambini. Gli uomini della Sezione Narcotici della Squadra Mobile, hanno indossato i costumi da bagno e si sono recati in spiaggia per monitorare quanto segnalato.

GUARDA IL VIDEO

Dopo qualche giorno di attività, veniva notato un gruppo di giovani tunisini che si aggirava con fare sospetto sia in spiaggia che presso lo scheletro di una casa abbandonata di Punta Braccetto, segnalato più volte come rifugio di alcuni senza fissa dimora o luogo dove veniva suddivisa in porzioni la sostanza stupefacente prima della vendita al dettaglio. Ieri gli agenti sono tornati nuovamente sul posto e, dopo un breve appostamento, hanno sorpreso il giovane tunisino che dopo essersi avvicinato alla vegetazione nei pressi di una duna, prelevava un involucro che subito dopo consegnava a 4 ragazzi. I giovani venivano bloccati una volta saliti in macchina da una pattuglia della Squadra Mobile, mentre il tunisino veniva fermato in spiaggia dagli agenti in costume.

Incredulo, ammetteva subito di aver ceduto della droga a dei suoi amici, che ovviamente smentivano quanto dichiarato, riferendo di aver pagato la sostanza stupefacente e che non era la prima volta che compravano droga in quella spiaggia o nelle strade limitrofe. Subito dopo l’arresto, è stata sottoposta a perquisizione l'abitazione del tunisino e successivamente, con l’ausilio della Squadra Volanti, anche lo scheletro della casa abbandonata. Il tunisino è stato sottoposto agli arresti domiciliari considerato che aveva ceduto una sola dose ed era in possesso di documenti per permanere in Italia. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO