WHATSAPP: 349 88 18 870

Sicilia protagonista a Artissima Fair di Torino

Nel capoluogo piemontese una vetrina delle nuove tendenze con la possibilità di vedere il meglio del presente e del passato sulla scena artistica, tra cui anche gallerie e artisti siciliani

A Torino la 23esima Artissima Fair si conferma vetrina dell’arte contemporanea 

Torino negli ultimi anni è diventata un polo importante per l'arte contemporanea. Il mese in cui la città piemontese si trasforma in una vetrina delle nuove tendenze è novembre, con la possibilità di vedere il meglio del presente e del passato sulla scena artistica, tra cui anche gallerie e artisti siciliani. Tra sezioni vecchie e nuove si intrecciano le voci soliste degli artisti più giovani, le iconiche opere che hanno fatto scuola e tendenza e le sezioni dedicate alle gallerie emergenti.  


La soddisfazione dei galleristi per questa frizzante edizione è palese, e racconta di un impegno dei curatori per far emergere le nuove tendenze sulla scena europea, e nel contempo interessare i più grandi collezionisti del mondo. Nell’edizione 2016 alla forte volontà di sperimentazione nell’indagine artistica e curatoriale si aggiunge la parte dedicata alle performance dal vivo, con l’introduzione della sezione Per4m, esclusivamente dedicata a questa tipologia artistica; in questa sezione l’artista Marinella Senatore partecipa con il lavoro “There is more than one way to be a partisan”, e spiega che il filo che unisce protesta a coralità è un mezzo per indagare la società e l’uomo, all’interno delle strutture sociali: “Nei miei disegni, incentrati su danza e musica popolare, la storia orale che si tramanda attraverso la canzone popolare arriva fino all’associazionismo dei gruppi dentro le fabbriche. Sono stata io stessa attivista e credo che  la protesta sia una risorsa delle persone”.

Giovanni Rizzuto, della galleria palermitana Rizzutogallery a proposito di questa edizione si dichiara molto soddisfatto: “Per il rapporto creato con i collezionisti ma anche da un punto di vista di riscontro sulle nostre opere”. 

Gianluca Collica gallerista catanese, parla in termini positivi del bilancio di quest'anno ma soprattutto regala agli amanti dell'arte contemporanea un’anticipazione: “Artissima è una vetrina molto importante ma in effetti posso anticiparvi che anche a Catania stiamo cercando di organizzare una manifestazione simile a questa, magari più contenuta ma anche più sperimentale”.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa