Notizie Locali


SEZIONI
Catania 36°

Adnkronos

Mottarone: procura chiede rinvii a giudizio, decisione il 23 luglio

Di Redazione |

Milano, 18 giu. La procura di Verbania ha chiesto il rinvio a giudizio per sette imputati e il “non luogo a procedere” per Anton Seeber (presidente del cda di Leitner) nel processo per la tragedia del Mottarone in cui il 23 maggio del 2021 morirono 14 persone. La procuratrice Olimpia Bossi e la pm Laura Carrera hanno ribadito, nell’udienza preliminare, la richiesta di processo per Gabriele Tadini, capo servizio dell’impianto del Mottarone, negando il consenso alla proposta di patteggiamento avanzata dal difensore, l’avvocato Marcello Perillo. Chiesto il rinvio a giudizio, oltre che per le due società, anche (tra gli altri) per Luigi Nerini amministratore unico dell’impianto Ferrovie del Mottarone ed Enrico Perocchio, quale direttore di esercizio dell’impianto e dipendente di Leitner.

Nel corso dell’udienza è stata proiettato il video che mostra l’arrivo della cabina numero 3 che invece che fermarsi in vetta al Mottarone, torna indietro, impatta contro un pilone e precipita al suolo. Le parti civili si sono associate alle richieste formulate dalla procura, mentre le udienze dedicate alle difese sono il 5 luglio (Tadini e Perocchio) e il 16 luglio (Nerini). Il 23 luglio è attesa, invece, la lettura dell’ordinanza del gup.

Le persone indagate per il disastro della funivia del Mottarone sono responsabili – come si legge nell’avviso di chiusura indagine – di “condotta colposa consistita in negligenza, imprudenza e imperizia e nella violazione di specifiche norme di legge” e in particolare, “nella mancata esecuzione dei controlli a vista mensili sul tratto di fune traente in prossimità del punto di innesto al carrello (testa fusa), previsti nel manuale di uso e manutenzione”.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: