Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

CBD e psiche: di quali benefici si può approfittare e perché

Di Redazione

Pubblicità

Milano, 26 gennaio 2022. Il cannabidiolo, conosciuto anche con il nome di CBD, è una sostanza attiva, estratta dalla pianta della Cannabis. A differenza di quanto si possa pensare, non crea dipendenza. Anzi, al contrario, offre numerosi benefici per il nostro corpo, a livello sia fisico che mentale, il che lo rende essenziale in diverse applicazioni terapeutiche.

Il motivo per cui molte persone inizialmente non credono nell'efficacia e nell'affidabilità del CBD sta nel fatto che lo confondono con il suo “gemello cattivo”, il THC, anch'esso presente nella Cannabis. È proprio lui la causa che genera un effetto psicoattivo, provocando la classica sensazione di “sballo”.

Sono in molti a non sapere che già nel corpo umano è presente un sistema endocannabinoide, dotato di ramificazioni nervose che il CBD, una volta in circolo nel nostro sangue, utilizza per raggiungere le zone doloranti o danneggiate. Il risultato a livello cerebrale si traduce non soltanto in una sensazione di sollievo, ma anche in una limitazione alla produzione del cortisolo. Si tratta di un ormone, responsabile della reazione con cui l'organismo umano risponde allo stress, influenzando il comportamento sociale, l'umore e l'appetito.

Al cervello il CBD porta tanti altri vantaggi. Dato che si rivolge a un recettore specifico della serotonina di tipo 1°, permette di lenire e calmare diversi problemi neurologici, come l'ansia, la depressione o addirittura la schizofrenia. Infatti, legandosi ai recettori TRPV1, riesce a regolare la temperatura corporea, curando le infiammazioni e aumentando la soglia di tolleranza ai dolori.

Nel paragrafo precedente abbiamo accennato anche all'utilità del CBD in qualità di antipsicotico. A supporto della nostra affermazione è stato condotto uno studio, in cui 88 pazienti, affetti da schizofrenia, sono stati curati per un certo periodo con il cannabidiolo. Risultato: dopo appena sei settimane presentavano dei sintomi psicotici molto più lievi, a riprova dell'efficacia di tale sostanza.

Con una corretta e regolare assunzione di CBD la nostra mente sarà in grado di affrontare meglio diversi problemi, di natura psico-fisica. Tanti sono i benefici che il cannabidiolo può portare, primi fra tutti un miglioramento della qualità del sonno e una riduzione dello stress da lavoro, senza dover assumere farmaci o altre sostanze chimiche che a lungo andare saranno dannose per il nostro corpo.

Negli ultimi tempi l'insonnia è diventata un problema abbastanza comune. Ma con il CBD abbiamo finalmente trovato una soluzione che non ha conseguenza sul nostro corpo. Sempre attraverso l'interazione con il sistema endocannabinoide, riuscirà a riequilibrare a monte il ciclo del sonno, così come dovrebbe avvenire biologicamente. Così facendo, ci si potrà in modo più facile e veloce, migliorando così il riposo.

Ufficio stampa Fattoretto Agency

Agenzia SEO&Digital PR

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: