Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

Covid: Mattarella, 'vaccinazioni in Africa insufficienti, serve rete più efficiente'

Di Redazione

Lusaka, 7 lug. "L'esigenza di superare l'emergenza sanitaria e le sue pesanti conseguenze socio–economiche ha posto al centro del dibattito mondiale, per la prima volta, temi quali l'accesso universale ai vaccini per la tutela della salute e le conseguenze sulle economie più fragili, imponendo modalità nuove e più efficaci di cooperazione. Nonostante i passi fatti, a distanza di quasi due anni dall'avvio delle campagne di vaccinazione, molto rimane ancora da fare per assicurare un'adeguata tutela a tutte le persone più fragili. Soprattutto nel continente africano i tassi di vaccinazione rimangono in numerosi casi insoddisfacenti, sia per le difficoltà nel reperimento dei vaccini, sia a causa di criticità nella loro distribuzione e somministrazione, che richiederebbero investimenti importanti per una rete efficiente di servizi sanitari". Lo ha affermato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, parlando all'Assemblea nazionale dello Zambia.

Pubblicità

"L'Italia, nel quadro della sua Presidenza del G20 dello scorso anno, è stata in prima linea -ha sottolineato il Capo dello Stato- nel promuovere la più ampia diffusione delle campagne vaccinali, e la consegna la scorsa settimana di 500.000 nuove dosi di vaccini rappresenta l'ultima, concreta, testimonianza di questo impegno".

"Occorre, tuttavia, guardare oltre la gestione dell'emergenza e procedere sulla strada di una interazione sempre più intensa dei centri di sperimentazione e ricerca, così da dar vita -ha concluso Mattarella- a una significativa attività di produzione vaccinale e farmaceutica situata nel vostro continente".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: