Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

Motonautica: al via da Caorle il campionato italiano moto d'acqua

Di Redazione

Roma, 19 mag. - Il Campionato Italiano Moto d'Acqua 2022, organizzato dalla Federazione Italiana Motonautica e unico riconosciuto dal Coni, prenderà il via nel week-end di venerdì 27 - domenica 29 maggio a Caorle (Venezia) nello specchio d'acqua antistante il Villaggio San Francesco. Il Campionato riparte con grande entusiasmo dei riders, che si sono iscritti in moltissimi, manifestando ancora una volta sincera passione per questo sport. Un'adesione che fa prevedere un nuovo successo di pubblico e partecipazione.

Pubblicità

Le categorie previste sono Runabout, Ski, Endurance, Freestyle, Spark Giovanile e la Femminile, mentre le classi sono 20: per la Runabout F1, F2, F4, F4 Femminile, F4 Novice e F4 Veterans; per la Ski F1, F1 Veterans, F2, F3 e Ski Open; per l'Endurance F1 Runabout e F2 Run. Amatoriale; per la Spark Giovanile 12-14, 15-18 anni; infine, la classe Freestyle. Novità di quest'anno è l'introduzione di una nuova categoria di Moto d'Acqua: la Yahama SuperJet, che si corre proprio con moto Jet Ski e che comprende due classi: la Ski Giovanile (12-14 anni e 14-18 anni) e il Monomarca FIM SuperJet, classe aperta ai piloti maggiorenni.

“Il Campionato Italiano AcquaBike 2022 inizia con prospettive ancora migliori rispetto al 2021. Non solo perché sono aumentati i piloti nelle classi più prestigiose e le richieste di gare, ma perché si sta rapidamente sviluppando la categoria giovanile Spark, che ha raggiunto numeri importanti superando le venti unità in pochi anni di attività. Alla Spark si è aggiunta una nuova categoria, la SuperJet Yamaha, impostata solamente negli ultimi mesi, che conta alla partenza già dieci moto. Il Campionato è completo anche dal punto di vista geografico, perché tocca quasi tutta la penisola e le isole. Non è facile accontentare tutti i richiedenti, ma il prossimo anno potranno rifarsi anche quanti non sono riusciti a organizzare una tappa quest'anno. Infine, alle cinque prove di Campionato Italiano si affiancano prestigiose prove internazionali, che saranno organizzate da promoter privati sempre sotto l'egida della FIM”, dichiara Vincenzo Iaconianni Presidente della FIM.

A seguito del crescente sviluppo dell'attività giovanile nel settore Moto d'Acqua, iniziato nel 2017 e ad oggi assolutamente consolidato, la Federazione Italiana Motonautica (FIM) ha deliberato l'acquisto di nove unità Jet Ski Yamaha modello SuperJet, grazie al recente accordo raggiunto con Yamaha Motor Italia. Le moto d'acqua Jet Ski Yamaha sono state affidate a Società motonautiche al fine di incrementare l'attività sportiva soprattutto nel settore giovanile Aquabike, cercando di far avvicinare sempre più giovani a quella che è considerata la più divertente ed emozionante specialità della motonautica.

Yamaha Motor Italia ha aderito con grande disponibilità ed entusiasmo alla partnership con la FIM e all'attività promozionale del settore Moto d'Acqua. FIM e Yamaha Italia stanno quindi operando di concerto in modo efficace e sinergico, veicolando un'immagine coordinata che potrà consentire ad entrambe di godere appieno dei benefici di una così importante partnership. “Il racing fa parte del DNA Yamaha quanto la crescita di nuovi talenti: questi due elementi trovano il loro punto d'incontro, al fianco della Federazione Motonautica Italiana, nella SuperJet Cup, una nuova competizione monomarca all'insegna della passione. Sono davvero molto felice del fatto che, finalmente anche sull'acqua, la vocazione di Yamaha nel mondo dello sport e nella pura sfida trovi la sua espressione attraverso la nostra Stand-up, una moto d'acqua da competizione dalle performance incredibili con cui giovani piloti potranno mettersi alla prova in questa nuova avventura”, dichiara Andrea Colombi, Country Manager Yamaha Italia.

Una collaborazione molto apprezzata anche dal Vicepresidente della FIM Marco Infante e dal Presidente della Commissione Moto d'Acqua FIM, Giorgio Viscione: “Siamo molto contenti che Yamaha Motor Italia sia entrata a far parte della grande famiglia della Federazione Italiana Motonautica. Un partner di eccellenza che da quest'anno ci accompagnerà nello sviluppo e nella promozione del settore Moto d'Acqua; ci auguriamo che la collaborazione con Yamaha diventi nel tempo sempre più forte e consolidata; talmente forte e consolidata che al nome Yamaha Motor Italia si possa, volendo, associare la titolazione del prossimo Campionato Italiano Moto d'Acqua.”

Grande crescita si registra anche per il Campionato Femminile, fortemente voluto dalla Commissione Moto d'Acqua in accordo con il Consiglio Federale, che inizialmente contava solo 4 atlete, mentre quest'anno ha raggiunto il numero di 15 iscritte. Tra i piloti in gara, saranno presenti i campioni italiani ed internazionali, fra i quali i vincitori del Campionato Italiano Moto d'Acqua 2021:

Roberto Mariani, pilota Free Style, campione italiano ed europeo in carica e numero uno nel Ranking Mondiale; Michele Cadei per l'Endurance F1 Run; Michele Marras per l'Endurance F2 Run. AMA (Trofeo FIM); Manuel Reggiani per la Runabout F1; Pierpaolo Terreo per la Runabout F1 Veterans (Trofeo FIM); Davide Di Maio per la Runabout F2; Alessandro Fracasso per la Runabout F4 e per la Runabout F4 Novice; Sara Nucera per la Runabout F4 Femminile; Daniele Piscaglia per la Ski F1; Andreas Reiter per la Ski F1 Veterans; Giuseppe Donà per la Ski F2; Andrea Bergamo per la Ski Open; Carolina

Vernata per la Spark Giovanile 12-14 anni; infine, Davide Pontecorvo per la Spark Giovanile 15-18 anni. Dopo Caorle, le tappe successive si disputeranno ad Ancona (22-24 luglio), Rimini (9-11 settembre), Ladispoli (23-25 settembre) e infine a Giugliano in Campania (7-9 ottobre). L'allestimento di tutti i campi gara sarà curato dagli organizzatori delle relative manifestazioni in collaborazione con Yamaha Motor Italia.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: