Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

Referendum sulla giustizia: una svolta possibile?

Di Redazione

Rubrica InterVenti

Pubblicità

Mercoledì 8 giugno, live sui Social alle ore 18.00

Il 12 giugno si voterà per i cinque quesiti del referendum sulla giustizia. I quesiti riguardano: la limitazione delle misure cautelari, la separazione delle funzioni giudicanti e requirenti dei magistrati, l'elezione dei membri “togati” del Csm con l'abolizione delle firme per le loro candidature, i consigli giudiziari con la valutazione sull'operato dei magistrati, l'incandidabilità e decadenza di coloro che sono stati condannati in via definitiva (abolizione della cd. “Legge Severino”). Tre di questi cinque quesiti (quelli inerenti ai consigli giudiziari, all'elezione del Csm ed alla separazione delle funzioni) potrebbero, tuttavia, essere annullati se prima della data del referendum venisse definitivamente approvata dal Parlamento la riforma Cartabia, che interviene sulle medesime questioni.

Modera l'incontro Fabrizio Ventimiglia, Avvocato penalista e Presidente CSB. Ne discutono, in qualità di Relatori: Vinicio Nardo (Avvocato, Presidente dell'Ordine degli Avvocati di Milano) e Claudio Schiaffino (Avvocato, Direttore Comitato Scientifico CSB).

A proposito di centro Studi Borgogna

Nata nel 2017 da un'idea dell'Avv. Fabrizio Ventimiglia, il Centro Studi Borgogna è una Associazione di Promozione Culturale che opera come un laboratorio giuridico e di idee per promuovere la cultura del diritto, ispirandosi ai principi di etica, onestà e legalità, nell'ottica di contribuire al dibattito sulle principali questioni sensibili del nostro Paese. Le attività proposte dal Centro Studi Borgogna si prefiggono diversi obiettivi: promuovere il confronto tra mondi diversi arrivando a trasformare le riflessioni comuni in proposte praticabili; perseguire le finalità di promozione sociale e culturale; contribuire alla formazione dei professionisti nelle discipline giuridiche; promuovere l'amicizia, la cultura, la solidarietà e l'etica sul territorio milanese e nazionale. Al fine di perseguire tali obiettivi, l'Associazione Centro Studi Borgogna organizza conferenze, convegni e momenti formativi di varia natura; crea rapporti di collaborazione e sinergia con Università, Istituti di Ricerca e altri enti aventi finalità scientifiche; promuove la pubblicazione di documenti di approfondimento sui temi di diritto applicato; organizza eventi charity.

Per informazioni alla stampa:

Alessio Masi, Adnkronos Comunicazione

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: