Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

Sci: Compagnoni, 'Goggia, Brignone e Bassino mi piacciono per la loro umanità'

Di Redazione

Roma, 20 gen. - "Di Sofia Goggia mi piace l'istinto, il fatto che non faccia calcoli: scende di pancia, anch'io ero un po' fatta così. Federica Brignone ha una bella caratteristica che condividiamo: riesce sempre a riprendersi senza farsi abbattere, questione di carattere. Marta Bassino ha alti e bassi però in gigante la sua tecnica è sopraffina: bellissima da vedere. Mi piacciono perché hanno una loro umanità, non sono solo macchine da guerra". La tre volte campionessa olimpica di sci alpino Deborah Compagnoni elogia, in un'intervista al 'Corriere della Sera' le tre azzurre di punta in vista dei Giochi invernali di Pechino al via il 4 febbraio.

Pubblicità

"In ventidue anni, da quando ho smesso, oltre agli attrezzi è cambiato tutto -sottolinea la 51enne valtellinese-. Con i social le notizie fanno il giro del mondo in un secondo, gli atleti sono personaggi". Ai miei tempi "i social non esistevano, i telefonini neppure, c'era un unico canale, in chiaro, che trasmetteva le gare. La notizia nasceva nel momento in cui io e Alberto Tomba tagliavamo il traguardo e noi eravamo disposti a raccontarci lì, in tv, con i piedi ancora nella neve, dentro gli scarponi, non era possibile cercarci su Google. Tifavano per noi anche i non sciatori, io e Alberto ci mettevamo i risultati e la costanza: eravamo diventati una certezza, una garanzia, quasi due amici fedeli per gli appassionati". Mezza Italia sperava che vi fidanzaste..."Oh no, eravamo troppo diversi! Per come la concepisco io, cioè come un valore importante, quella con Alberto non è mai stata un'amicizia stretta, certo ci capivamo perché condividevamo le stesse esperienze ed emozioni. Oggi ci sentiamo per gli auguri di compleanno, un saluto a Natale, cose così".

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: