Notizie Locali


SEZIONI
Catania 9°

Gal Sicilia Centro Meridionale.

Finanziati circa 900 mila euro per l’adeguamento delle strutture scolastiche dei comuni agrigentini

Si tratta delle scuole degli enti locali che hanno aderito al progetto che prevede pure la mappatura aggiornata della vulnerabilità degli edifici

Di Gaetano Ravanà |

Il Piano di Azione Locale Distretto Rurale Sicilia Centro Meridionale, finanziato dall’Assessorato Regionale Agricoltura per un importo complessivo di € 7.961.753,92 dei quali cofinanziati dall’Assessorato Regionale alla Programmazione € 2.860.000,00 con misure del PO FESR Sicilia 2014-2020 a valere sulla modalità CLLD (Community-led local development), fra le innumerevoli azioni progettuali prevede l’Azione 2.6 finalizzata a potenziare le infrastrutture scolastiche per attività e servizi polifunzionali.  Tale azione, sostenuta dalla Sottomisura 10.7.1 del PO FESR 2014-2020: Interventi di riqualificazione degli edifici scolastici, è volta a recuperare e riqualificare l’esistente patrimonio edilizio scolastico del territorio SCM al fine di rendere le scuole più sicure, attrattive ed anche in grado di offrire attività diversificate alla popolazione scolastica (sportive, culturali, educazione alimentare, educazione al contrasto delle attività mafiose, ecc.) e fruibile anche, in orari extra-scolastici, per fini turistici.  In particolare l’Azione prevede interventi di riqualificazione, anche di carattere integrato, finalizzati a migliorare: la sicurezza statica degli edifici, la messa a norma degli impianti (elettrici, idraulici, sistemi antincendio, ecc.) e l’efficienza energetica. Prevede, inoltre, la mappatura aggiornata della vulnerabilità degli edifici scolastici secondo e l’accessibilità e fruibilità delle strutture da parte di tutta la popolazione scolastica con particolare riferimento alle persone diversamente abili.

A tal fine sono previsti l’abbattimento delle barriere architettoniche, l’adeguamento di arredi e attrezzature e strutture (anche attraverso il ricorso alle ICT e a soluzioni innovative in grado di adeguarsi ai modelli didattici e di apprendimento più avanzati); la fruibilità di tutti gli spazi interni ed esterni anche finalizzati alle attività artistiche, sportive e ludico-ricreative. L’ Assessorato Regionale dell’Istruzione e della Formazione Professionale sono stati finanziati, per tramite del GAL SCM SCARL a valere sul CLLD, €. 827.624,00 per i seguenti edifici scolastici: Camastra (Realizzazione della copertura e di un impianto fotovoltaico – €. 85.000,00); Campobello di Licata (Verifiche sismiche di sette edifici scolastici ai sensi dell’OPCM 3274/2003 – €. 97.245,00); Castrofilippo (Riqualificazione dell’impianto di riscaldamento della scuola Media Paolo Balsamo – €. 87.146,00); Comitini (Lavori di manutenzione straordinaria del campo di calcetto della Scuola Elelmentare e Media via Apollo XI – €. 82.298,00); Grotte (Lavori di realizzazione di una palestra coperta con struttura geodetica della Scuola Media V.E. Orlando – €. 94.020,00); Licata (Interventi di riqualificazione Scuola Elementare Don Milani Via Campobello – €. 172.600,00); Racalmuto (Sistemazione degli impianti di riscaldamento e recupero spazi esterni delle scuole site nel Plesso D’Asaro, Macaluso Padiglioni A e B e del Plesso Alaimo – €. 100.373,00); Ravanusa (Interventi di ristrutturazione di locali dell’edificio scolastico di via Po – €. 108.942,00).

Per Maria Grazia Brandara, Sindaco di Naro e Presidente del GAL SCM “Questo finanziamento, programmato dal nostro GAL, oltre a risolvere indifferibili criticità dell’edilizia scolastica per i comuni beneficiari, avvia il percorso attuativo dei finanziamenti per i comuni della coalizione e tra questi finanziamenti, a breve, la pubblicazione del Bando della Misura 7.5 del PAL Distretto Rurale Sicilia Centro Meridionale con le Azioni relative agli Atelier Multimediali della conoscenza, alla Realizzazione e promozione di itinerari turistici dell’identità rurale e alle Oasi dell’accoglienza”.

L’Amministratore delegato del GAL, Presidente di Confagricoltura Sicilia, Rosario Marchese Ragona esprime “positivo apprezzamento agli otto comuni che hanno saputo cogliere questa importante opportunità utilizzando le risorse finanziarie disponibili pari a €. 827.624,00, anche se rimane il forte rammarico per i cinque comuni che non hanno utilizzato le ulteriori risorse che auspico saranno nel futuro disponibili”.

Olindo Terrana, direttore del GAL SCM, con la consueta prudenza che lo contraddistingue, ha espresso fiducia nel percorso intrapreso, nelle positive sinergie istauratesi fra il CdA, l’Ufficio di Piano e i competenti Assessorati Regionali, sottolineando che, nonostante le difficoltà pandemiche e la notevole crisi del territorio SCM, il GAL SCM ha ormai avviato la sua fase attuativa per la realizzazione degli interventi imprenditoriali e pubblici che porteranno sostegno ad un territorio che necessita di un’attenzione diversa da parte della Regione e dello Stato.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA