Notizie Locali


SEZIONI
Catania 29°

Archivio

Pd: Orfini, ‘5 odg a assemblea Bologna, partito si scuota da torpore’ (2)

Di Redazione |

Roma 14 nov. (Adnkronos) – “Zingaretti -prosegue Orfini su Fb-ci chiede di sostenere le scelte fatte con la legge di stabilità senza avanzare proposte per non turbare un già fragile equilibrio. E sia, accogliamo l’invito. Ma crediamo che il nostro partito abbia bisogno di scuotersi dal torpore e di tornare a combattere per le proprie idee. Il giorno dopo l’approvazione della legge di stabilità inizierà una riflessione su come migliorare e rimodulare il patto di governo. Ecco, crediamo che a quell’appuntamento sia doveroso arrivarci con le idee chiare su quali siano le priorità del Pd”.

“Per questo presenteremo insieme ad altri colleghi 5 ordini del giorno all’assemblea di Bologna. 5 idee, 5 proposte chiare e comprensibili. 1. Abrogazione dei decreti sicurezza di Salvini, perché sono il simbolo orribile di una politica fondata sull’odio e sulla paura. 2. 100 giorni per approvare lo ius culturae, perché non è più il tempo di discuterne e di parlarne. È tempo di farlo. 3. 100 giorni per la parità salariale tra uomini e donne, perché non possiamo continuare a chiudere gli occhi davanti ad una simile discriminazione. 4. No al populismo penale, perché il giustizialismo è di destra e il garantismo di sinistra. 5. Stop ai tirocini gratuiti, perché lo sfruttamento sistematico di intere generazioni deve finire.

“Siamo convinti che porre con forza questi temi ai nostri alleati di governo significhi rendere il Pd più forte, e che approvare questi provvedimenti significhi rafforzare l’azione di questo governo. Perché all’odio si risponde col coraggio e noi dobbiamo averne. Se questi ordini del giorno vi sembrano convincenti, aiutateci. Firmateli, fateli girare, spiegateli insieme a noi. A questo link https://tinyurl.com/5proposteperilPD troverete tutte le informazioni per farlo. Cambiamo insieme il Pd”, conclude Orfini.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: