Notizie Locali


SEZIONI
Catania 33°

Carabinieri

Il cane King fiuta “skunk” in casa: arrestato giovane pusher messinese

Predisposta una perquisizione domiciliare, all’esito della quale i militari hanno trovato oltre 35 grammi di marijuana e altri 5 di hashish unitamente a vario materiale verosimilmente utilizzato per il confezionamento della sostanza.

Di Redazione |

Nell’ambito dei controlli finalizzati al contrasto dello spaccio di stupefacenti nelle periferie urbane, i Carabinieri della Compagnia Messina Centro hanno arrestato, in flagranza di reato, un 19enne per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Da alcuni giorni i Carabinieri del Nucleo Operativo stavano seguendo i movimenti del giovane, originario del rione S. Paolo, che era stato più volte visto in compagnia di persone note quali assuntori di droghe. Nella mattinata del 6 ottobre, i militari della Stazione di Camaro e del Nucleo Operativo, supportati da una unità cinofila antidroga del Nucleo CC di Nicolosi (CT), sospettando che il 19enne potesse detenere dello stupefacente in casa, hanno predisposto una perquisizione domiciliare, all’esito della quale hanno trovato – grazie anche al formidabile fiuto di “King”, il pastore tedesco del Nucleo Cinofili – oltre 35 grammi di marijuana e altri 5 di hashish unitamente a vario materiale verosimilmente utilizzato per il confezionamento della sostanza. La droga è stata sequestrata e inviata ai Carabinieri del R.I.S. di Messina per le analisi di laboratorio: il principio attivo dei cannabinoidi è risultato superiore del 15% a quello normalmente rilevabile nelle foglie di marijuana, motivo per cui la cannabis è risultata essere una variabile del tipo c.d. “skunk” mentre il giovane è stato arrestato e, una volta ultimate le formalità di rito, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, ristretto agli arresti domiciliari presso la sua abitazione in attesa dell’udienza di convalida.

I servizi finalizzati al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti proseguiranno, su tutto il capoluogo peloritano, al fine di fornire un’incisiva attività di prevenzione e di dissuasione dei malintenzionati dal compimento di specifici illeciti nell’ambito dello spaccio di droghe.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA