Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Spari con mitragliatrice Skorpion per incutere timore: un arresto a Catania

All'arresto di Davide Agatino Scuderi si è arrivati dopo le indagini avviate su un' esplosione di colpi di arma da fuoco nella notte tra il 17 ed il 18 giugno 2020, all’indirizzo di un’abitazione a Librino

Di Redazione

Lo scorso 22 luglio, su richiesta della Procura distrettuale di Catania è stata data esecuzione, nei confronti di Davide Agatino Scuderi (classe 1974), alla misura della custodia cautelare in carcere emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale per i reati di detenzione e porto illegale in luogo pubblico di una pistola mitragliatrice skorpion; l'uomo è inoltre accusato di avere, al fine di incutere timore e di attentare alla pubblica sicurezza, esploso colpi di arma da fuoco, con l’aggravante di agevolare il clan dei “Cursoti Milanesi”. Il provvedimento restrittivo costituisce l'esito di indagini avviate su un' esplosione di colpi di arma da fuoco nella notte tra il 17 ed il 18 giugno 2020, all’indirizzo di un’abitazione ubicata nel quartiere “Librino”.

Pubblicità

Il sopralluogo, effettuato nell’immediatezza, aveva consentito di constatare la presenza di molteplici fori sui vetri della veranda e della porta finestra di quell'immobile, nonché di 14 bossoli sul ciglio della strada antistante l’edificio, mentre analoghi segni dei colpi esplosi sono stati rinvenuti all’interno dell’abitazione, sulle pareti della cucina e della camera da letto. Le successive attività sono state corroborate dalle dichiarazioni di tre collaboratori di giustizia, rese in occasione del duplice omicidio di Vincenzo Scalia (classe 1991) e Luciano D'Alessandro (classe 1972), avvenuto a Catania, in viale Grimaldi, nel 2020; i tre pentiti hanno ammesso il loro coinvolgimento nei fatti concernenti l’esplosione di colpi di arma da fuoco, chiamando in correità Scuderi, ed attestando che l’esplosione dei colpi di arma da fuoco era la reazione sproporzionata di inusitata virulenza rispetto ad un futile litigio dovuto all’appiccamento di un incendio ad opera della vittima. 
 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: