Notizie Locali


SEZIONI
Catania 21°

Nel Catanese

Rissa durante festa patronale a Grammichele: sei denunce e chiusura per un bar

La rissa è avvenuta per futili motivi. Coinvolto anche uno dei agenti intervenuto per sedare gli animi

Di Redazione |

I Carabinieri della Compagnia di Caltagirone hanno denunciato 6 persone, quattro delle quali già note alle forze dell’ordine per pregresse vicende giudiziarie legate a reati contro la persona e il patrimonio, per rissa aggravata e violenza o minaccia a pubblico ufficiale, procedendo contestualmente alla sospensione per 7 giorni della licenza di un’attività commerciale ai sensi dell’articolo 100 TULPS.

Nello specifico, nel corso delle festività dei “Santi patroni” di Grammichele, i militari della locale Stazione sono intervenuti, su segnalazione giunta al 112, nei pressi di un bar di Corso Roma dove, per futili motivi, era appena avvenuta una rissa. Numerose le tracce dell’episodio, come vetri e chiazze di sangue, nonché la testimonianza degli agenti della Polizia Locale, intervenuti poco prima per cercare di calmare gli animi dei soggetti coinvolti. Uno degli agenti, gravemente ingiuriati nel corso del loro intervento, nella concitazione del momento violento, era stato persino colpito con un pugno al volto, mentre uno dei partecipanti alla rissa aveva riportato diverse fratture.

I Carabinieri, dopo aver raccolto le dichiarazioni dei testimoni, hanno prontamente recuperato e analizzato le immagini delle telecamere presenti sul posto, riuscendo a identificare gli autori e a ricostruire l’esatta dinamica della rissa, avvenuta tra calci, pugni e lanci di sedie tra le due fazioni coinvolte nello scontro.

All’esito degli accertamenti effettuati, i Carabinieri hanno proceduto alla sospensione della licenza del bar dinanzi al quale si è consumato l’episodio delittuoso, notificando al gestore dell’esercizio pubblico il provvedimento emesso dal Questore di Catania su richiesta del Comando Stazione di Grammichele. L’attività in questione è stata ritenuta pericolosa per la sicurezza pubblica, non solo perché teatro dello scontro violento, ma, così come si legge nel documento, anche perché abituale ritrovo di soggetti pregiudicati.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA