Notizie Locali


SEZIONI
°

Catania

Urso: “Lukoil, potrebbe arrivare Eni e dagli Usa non ci saranno sanzioni”

Il ministro: "Domani incontrerò Schifani per parlare di Priolo, Etna Valley e Termini Imerese"

Di Redazione |

«Con il nostro decreto legge il Governo si assume la responsabilità di realizzare una amministrazione straordinaria temporanea di Lukoil avvalendosi anche di una società petrolifera che opera nel settore, che potrebbe essere l’Eni, e questo darà garanzia di continuità produttiva. Nel contempo stamattina ho ricevuto dall’autorità americana Olaf la garanzia che le banche che finanzieranno le operazioni ponte non siano sottoponibili a sanzioni americane». Lo ha detto il ministro Adolfo Urso alle Imprese e del Made in Italy, a Catania, parlando con i giornalisti a margine della "Festa del Tricolore" organizzata da Fratelli d’Italia. 

«Domani incontrerò il presidente della Regione Renato Schifani per parlare delle altre questioni. Ci siamo sentiti ogni giorno sul dossier Lukoil e non solo. Il dossier Lukoil è un esempio del nostro impegno sulla politica industriale e sulla politica in Sicilia nel Mezzogiorno ma ce ne sono altri: il dossier che riguarda la crescita dell’Etna Valley, che deve diventare un polo europeo e globale, quello che sarà l’economia del futuro, così come altri dossier critici che riguardano Termini Imerese, piuttosto che vicende che si trascinano da troppo tempo», ha aggiunto Urso. COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: