Notizie Locali


SEZIONI
Catania 32°

Economia

A Bergamo boom di passeggeri, oltre 13 mln come prima del Covid

Secondo risultato nella storia per lo scalo, voli per 40 Paesi

Di Redazione |

MILANO, 28 DIC – L’aeroporto bergamasco di Orio al Serio oggi ha superato i 13 milioni di passeggeri, traguardo che non si raggiungeva da tre anni, cioè da prima della pandemia. E’ anzi il secondo risultato di sempre, secondo solo a quello del 2019 quando i viaggiatori erano stati 13.850.000. Con la media giornaliera del mese di dicembre, spiegano dalla società di gestione Sacbo, il 2022 si chiude con un consuntivo che rappresenta il 95% del traffico passeggeri generato prima della pandemia. La ripresa è iniziata a marzo e si è consolidata in estate fino ad arrivare al saldo attivo degli ultrimi tre mesi dell’anno e secondo Sacbo è stata possibile grazie alla decisione di “perseguire i programmi di adeguamento delle infrastrutture aeroportuali nel biennio 2020-2021, con il completamento degli interventi di ampliamento a ovest” dello scalo e la scelta di inizio anno di aumentare il personale nell’aeroporto “dopo averli preservati attraverso gli ammortizzatori sociali nel periodo di emergenza sanitaria”. Sono in tutto 26 le compagnie aeree (19 che erano già presenti e 7 che si sono aggiunte durante l’anno) i che collegano 140 destinazioni in 40 Paesi. Il progressivo allargamento del network è stato caratterizzato dall’introduzione di voli di lungo raggio, come quello con Sharjah (EAU) a cui si aggiungerà Dubai dal 10 marzo 2023, e Amritsar (India), e dalla ripresa del collegamento con Roma Fiumicino, con la prospettiva di aggiungere ulteriori destinazioni nel corso del 2023.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA