Notizie Locali


SEZIONI
Catania 28°

LA SENTENZA

Cga, sbloccato l’appalto per la linea ferroviaria Caltagirone-Niscemi

La gara da quasi 18 milioni di euro per i lavori è legittima ed è stata affidata al Consorzio Integra dopo una lunga battaglia legale

Di Redazione |

La gara da quasi 18 milioni di euro per i lavori sulla linea ferroviaria Caltagirone-Niscemi è legittima ed è stata affidata al Consorzio Integra dopo una lunga battaglia legale. Lo hanno deciso i giudici del Cga presieduti da Rosanna De Nictolis. La gara in un primo momento era stata affidata alla Ricciardello Costruzioni Spa. Successivamente dopo istanze e ricorsi il seggio di gara aveva affidato l’appalto al Consorzio Integra.

«La Ricciardello – si legge nella sentenza dei giudici amministrativi d’appello – non aveva dato la dimostrazione dell’esperienza del direttore tecnico per un periodo maggiore di quindici anni, con la conseguenza che, in luogo dei quattro punti assegnati, la stazione appaltante ne avrebbe dovuto assegnare due».

Il nuovo conteggio aveva favorito il Consorzio. A questo punto la società Ricciardello ha presentato ricorso contro il Consorzio e con contro Rete Ferroviaria Italiana spa, assistita dall’avvocato Massimiliano Mangano, che adesso i giudici del Cga hanno respinto dando via libera all’appalto.

«La Commissione ha scrupolosamente applicato la legge di gara che, per quel che è qui di interesse, era chiara nel prevedere che, nel caso di partecipazione di un consorzio – si legge nella sentenza – la Commissione giudicatrice avrebbe dovuto tenere conto anche dell’esperienza maturata dal direttore tecnico nell’ambito dei lavori ancora in corso alla data di scadenza di presentazione dell’offerta. La legge di gara è chiara con riguardo agli elementi da considerare ai fini dell’attribuzione del punteggio».   COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: