Notizie locali
Pubblicità

Economia

Borsa: Asia in rialzo, inflazione fa meno paura, Tokyo +1,93%

Debole Shanghai, futures Europa contrastati, meglio negli Usa

Di Redazione

MILANO, 13 APR - Hanno chiuso in rialzo la 3/a seduta della settimana le principali borse di Asia e Pacifico, con Tokyo (+1,93%) regina, seguita da Seul (+1,87%) e Taiwan (+1,83%). Più cauta Sidney (+0,34%), debole invece Shanghai (-0,21%), ancora aperta insieme a Hong Kong 8+0,54%), Mumbai (+0,02%) e Singapore (+0,01%). Con l'ipotesi di un rischio calibrato da inflazione sono scattati gli acquisti, mentre è sceso il rendimento dei titoli di Stato. Contrastati i futures sull'Europa, positivi invece quelli sugli Stati Uniti dopo il dato sull'inflazione nel Regno Unito leggermente superiore alle stime ma senza eccessi. Un dato che segue quello Usa (+8,5%), anch'esso superiore alle stime (+8,4%), solo a causa della volatilità dei prezzi dei generi alimentari e dell'energia. In arrivo la produzione industriale e nell'Ue in febbraio, mentre negli Usa sono attese le scorte settimanali di greggio. In rialzo il greggio (Wti +0,26% a 100,86 dollari al barile) e l'oro (+0,63% a 1.967 dollari l'oncia), mentre cedono il ferro (-0,89% a 889 dollari la tonnellata) e l'acciaio (-0,44% a 4.931 dollari la tonnellata) e il dollaro appare stabile sulle principali valute a parte lo yen e il rublo, che scivola a 84,6367 unità per biglietto verde. Proprio il calo della divisa giapponese ha spinto i titoli dei grandi esportatori sulla piazza di Tokyo, a partire dagli automobilistici Toyota (+2,42%) e Bridgestone (+3,18%). In luce anche Casio (+3,65%), Nikon (+1,03%), Panasonic (+0,94%) e Sony (+0,83%). Scivolone per Nomura (-2,73%), che prevede uno slittamento secondo semestre delle Ipo a cui sta lavorando in India a causa delle difficoltà legate alla guerra in Ucraina.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: