Notizie locali
Pubblicità

Economia

Borsa: Milano -1,6% con i timori su Draghi, cadono le banche

Unicredit, Saipem e Bper in fondo al listino

Di Redazione

MILANO, 20 LUG - Piazza Affari resta la cenerentola delle Borse europee a poco più di un'ora dalla fine delle contrattazioni, con il Ftse Mib che cede l'1,6% sui timori per il destino del premier Mario Draghi. L'incertezza sul governo spinge lo spread Btp-Bund a 211 punti base, contribuendo ad accentuare la seduta negativa delle banche, già in ritracciamento dopo la corsa di ieri in scia alle indiscrezioni per un possibile rialzo di 50 punti base dei tassi da parte della Bce. Unicredit (-4,2%), Saipem (-3,7%), Bper (-3,3%) e Intesa (-3,1%) sono le blue chips peggiori, tra i finanziari soffrono anche Banco Bpm (-3%), Fineco (-2,8%), Poste (-2,7%), Nexi (-2,5%), Generali (-2,4%), Banca Mediolanum (-2,6%) e Banca Generali (-2,5%). Vendite anche su utility ed energetici con Italgas (-2,6%), Enel (-2,2%) ed Eni (-1,5%) mentre gli unici segni più sono quelli di Diasorin (+1,3%), Stm (+1%) e Amplifon (+0,4%).

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: