Notizie locali
Pubblicità

Europa

Dalla Sicilia a Strasburgo per il futuro dell'Ue, dare più poteri al Parlamento europeo

Di Redazione

STRASBURGO - , non solo per aver conosciuto altre persone di altri Paesi membri ma anche per essere entrata al Parlamento europeo. . Così Graziella Alma, impiegata della pubblica amministrazione di Caltagirone, arrivata a Strasburgo per partecipare al secondo incontro di cittadini per la Conferenza sul futuro dell'Europa., ha sottolineato Alma, auspicando che "alla fine di questo processo" di consultazione con i cittadini ci sia spazio per una che conferisca di tutti gli Stati membri e anche loro dovrebbero avere più diritto di far sentire la loro voce".Oggi è l'ultimo dei tre giorni di questo secondo panel di lavoro al Parlamento europeo di Strasburgo per i 200 cittadini estratti a sorte da ogni angolo del Continente. Nel primo pomeriggio, (la metà delle quali saranno donne e il 30% giovani tra i 16 e i 25 anni) con la presenza di 433 rappresentanti del Parlamento europeo, dei parlamenti nazionali, della Commissione europea, delle regioni e amministrazioni locali.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: