Notizie locali

Catania

Catania, "Stati Generali del Turismo" senza Giorgia Meloni bloccata da cenere Etna

Di Redazione
Pubblicità

Catania - La crescita del Brand Italia, lo sviluppo della proposta attrattiva ma anche una chiamata a raccolta in vista del prossimo “MuovitItalia” che si terrà proprio a Catania dall'8 al 10 novembre. La seconda edizione degli “Stati Generali del Turismo” a Palazzo della Cultura diventa occasione di dialogo e confronto.

“Siamo orgogliosi del fatto che Fratelli D'Italia abbia scelto la nostra città per un evento tanto importante - spiega il sindaco di Catania Salvo Pogliese -, abbiamo presentato alla platea i risultati concreti raggiunti in questi sedici mesi e siamo la prima realtà italiana che ha attuato alcune iniziative innovative nel comparto legato al turismo sportivo. A questo va aggiunta la politica che stiamo portando avanti per tutelare il turismo congressuale in base al numero dei pernottamenti determinati”. La grande assente è la leader di Fratelli D'Italia Giorgia Meloni. Assente giustificata vista la chiusura, per l'intera mattinata, dello spazio aereo per le emissioni di cenere vulcanica dall’Etna. Giorgia Meloni è comunque intervenuta in videoconferenza: «Tolleranza zero contro ogni forma di illegalità, di irregolarità e di abusivismo, compreso quello delle strutture ricettive». Tra le proposte di FdI nel settore, ha ricordato la leader di Fratelli d'Italia, ci sono «l'istituzione di una scuola nazionale di alta formazione turistica, di favorire i grandi eventi invece di temerli, come ha fatto invece fin'ora l’incompetenza grillina, vincolare i proventi della tassa di soggiorno ad investimenti nel campo turistico, perché uno le tasse le paga più volentieri se capisce dove vanno a finire qui soldi». Giorgia Meloni ha sottolineato che «va avanti la nostra battaglia contro la riforma delle concessione per gli stabilimenti balneari», confermando di "essere pronti a fare le barricate". «L'Italia - ha aggiunto - deve liberarsi dai suoi complessi e tornare a pensare in grande». 

La seconda edizione degli “Stati Generali del Turismo” è stata anche l'occasione per anticipare i temi che si tratteranno nel corso del prossimo “MuovitItalia”. “Dovremmo utilizzare i soldi, che attualmente sono buttati per il reddito di cittadinanza, per creare lavoro in un settore fondamentale per il nostro paese come il turismo - afferma Francesco Lollobrigida, Capogruppo FDI Camera Deputati - sopratutto in Sicilia ci sono grandi possibilità che vengono tradite dall'assenza di infrastrutture, di promozione e di capacità specifiche”.

Foto di Davide Anastasi

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità