home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Coppa del Mondo di scherma, l'Italia sorride grazie ai siciliani

Bronzo dell'acese Marco Fichera nella Spada a squadre maschile e del ragusano Giorgio Avola nel Fioretto individuale

La terza giornata della Coppa del Mondo di scherma sorride ai big siciliani dopo due prime tornate poco positive. Sono arrivate due podi che mitigano in parte il forfeit doloroso dell'etnea Rossella Fiamingo, la doppia iridata costretta a fare ritorno a Catania da Madrid dove si stava imbarcando per L'Avana dove era in programma la prova di spada, mentre nella prova individuale maschile in Germania era finito fuori dal podio il terzetto etneo composto da Marco Fichera (19º), Paolo Pizzo (21º) ed Enrico Garozzo (45º).

E proprio da Henidenheim in Germania è arrivato il primo podio di giornata grazie all'Italspada che schierava l'acese Marco Fichera, che ha chiuso al terzo posto, nella gara a squadre che conclude la tappa di Heidenheim del circuito di Coppa del Mondo di spada maschile.

Il quartetto azzurro composto da Marco Fichera, Andrea Santarelli, Gabriele Cimini e Valerio Cuomo ha infatti inflitto un sonoro 45-31 alla Polonia nella sfida che aveva in palio il terzo gradino del podio. Una stoccata sul 45-44 subìta in semifinale dalla Russia, poi vincitrice finale della tappa tedesca (36-30 sull'Ungheria), avevo fermato la corsa alla finale del quartetto azzurro che aveva cominciato bene questa finale a squadre.

La formazione italiana, dopo aver superato nel primo turno del tabellone principale il Belgio per 39-34, aveva infatti affrontato e battuto i padroni di casa della Germania vincendo col punteggio di 45-36 e nei quarti di finale non aveva avuto problemi contro Israele battuto sul 45-27.

L'altro podio e sempre con il colore del bronzo è arrivato da Parigi nella finale individuale della prova di Coppa del Mondo di fioretto maschile. Sul podio il formidabile modicano Giorgio Avola costretto alla resa  dallo statunitense Gerek Meinhardt che si è imposto col punteggio di 15 e 13 e poi in finale s'è trovato l'altro azzurro Alessio Foconi che ha vendicato la sconfitta vincendo col punteggio di 15-12.

Giorgio Avola allievo del maestro Eugenio Migliore, aveva cominciato nei 64 battendo Yat Long Lee col punteggio di 15-12; poi un'altra bella vittoria contro il russo Askat Khamzin (15-9) e una nettissima contro lo statunitense Sidarth Kumbla (15-5) e poi il derby siciliano contro l'acese Daniele Garozzo campione olimpico in gara.

Avola e Garozzo hanno dato vita ad una sfida spettacolare che si è risolta in favore del modicano che ha vinto col punteggio di 15-12 e ha continuato la corsa al podio che si è poi fermata sul gradino più basso, battuto da Meinhardt. Daniele Garozzo ha chiuso al 5º posto dopo i successi contro il polacco Andrzej Rzdadkowski (15-4), il francese Pierre Loisel (15-10), prima del ko nel derby. Domani i due con Foconi e Cassarà (oggi 17º) torneranno in pedana per la prova a squadre.

Dal fioretto alla spada femminile con Alberta Santuccio che ha superato i giorni eliminatori e l'etnea nel tabellone principale che scatterà nella notte italiana dove avrà di fronte la coreana Choi Hyojoo.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

Qua la zampa

GOSSIP