Notizie locali
Pubblicità

Italia

Caldo, ancora un giorno di bollino rosso per 19 città in Italia: tre sono quelle siciliane

Per la terza giornata consecutiva è caldo record per il mese di giugno

Di Redazione

L’Afa non arretra e per la terza giornata consecutiva le città da bollino rosso saranno 19, sulle 27 considerate nella rilevazione del ministero della Salute sulle ondate di calore. Il bollino rosso, che corrisponde al livello più alto (3) dell’allerta caldo, riguarderà anche domani soprattutto le 10 città dell’Italia centrale in rosso da almeno due giorni: Ancona, Civitavecchia, Firenze, Frosinone, Latina, Perugia, Pescara, Rieti, Roma, Viterbo. 

Pubblicità

Ancora otto le città in rosso nel Sud e nelle isole: Bari, Cagliari, Campobasso, Catania, Messina, Napoli, Palermo e Reggio Calabria. A Nord, Bologna è invece l’unica città con il bollino rosso. Per domani si prevede inoltre che aumenteranno da quattro a sei le città con il bollino arancione, che corrisponde al livello di allerta 2. Il nuovo livello di allerta delle ondate di calore dovrebbe infatti scattare domani a Milano e Venezia; resta confermato in altre quattro città settentrionali: Bolzano, Brescia, Trieste e Verona. Si trovano a Nord anche le due uniche città ancora in giallo. Genova e Torino. Le ondate di calore, rileva il ministero della Salute sul suo sito, si verificano quando si registrano temperature molto elevate per più giorni consecutivi, spesso associate a tassi elevati di umidità, forte irraggiamento solare e assenza di ventilazione. Queste condizioni climatiche, osserva il kmnistero, «possono rappresentare un rischio per la salute della popolazione». 
E in Sicilia c'è anche una nuova allerta per le ondate di calore e per gli incendi, sempre per la giornata di domani 30 giugno. E' stata diramata dalla Protezione Civile regionale dalla mezzanotte alle prossime 24 ore. Le situazioni più critiche a Catania, Messina e Palermo dove sono previsti fino a 39 gradi.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: