Notizie locali
Pubblicità

Italia

Ucraina: R.Illy, Putin mi ricorda Saddam, sembra patetico

Su crisi energetica, posizionare rigassificatori al più presto

Di Redazione

TRIESTE, 22 SET - "Francamente non sono preoccupato: Putin mi ricorda talvolta Saddam, mi sembra patetico. Ciò che ha ottenuto con questa guerra è stato dimostrare che le sue armi non valgono niente". Ne è convinto Riccardo Illy, presidente del Polo del Gusto, in una intervista all'ANSA in occasione della apertura del primo negozio monomarca Domori (capogruppo del Polo), sulla strada, a Torino, primo di nuovi punti di vendita. "Basta un drone turco per far fuori un carro armato di ultima generazione russo. Per non parlare dei missili, imprecisi, che non scoppiano e colpiscono ospedali, scuole, forse per sbaglio. Mi sembra il canto del cigno - ha proseguito Illy - Sa benissimo che se lanciasse una atomica, qualche minuto dopo gliene arriverebbe una sulla testa". Tra qualche nuova acquisizione, il PdG cresce e dovrebbe rispettare le previsioni di budget a fine anno nonostante una lieve frenata nel terzo trimestre. Sulla crisi energetica l'imprenditore critica la politica del 'not in my backyard' adottata da coloro, come sindaci che non intendono ospitare rigassificatori sul proprio territorio. "Non sono pericolosi e sono installati su navi, al largo o in rada, nella baia di Tokyo ce ne sono forse sette". L'auspicio è che "a breve termine si posizionino i rigassificatori che Snam ha acquisito, sono stati bravissimi, e si allaccino i gasdotti con Portogallo e Spagna Paesi in eccedenza di rigassificazione". Alla connessione mancherebbero soltanto pochi chilometri. "Le fonti rinnovabili vinceranno nel tempo, ma ora siamo in una situazione di emergenza non possono vincere gli egoismi".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: