Notizie locali
Pubblicità

Mondo

"Nella Azovstal molti civili senza acqua né cibo"

Il vicesindaco: "Si tratta per lo più di civili dei vicini edifici distrutti e molti lavoratori dell’acciaieria. False le notizie sulla possibilità di uscire"

Di Redazione

 Nell’acciaieria assediata Azovstal di Mariupol ci sono molti civili che si trovano in una situazione in cui manca praticamente tutto, dall’acqua ai medicinali. Lo ha detto il vice sindaco della città portuale ucraina, Sergei Orlov, ad un programma della Bbc. 
 «Posso confermare che ci sono molti civili», ha detto Orlov. "Si tratta per lo più di civili dei vicini edifici distrutti e molti lavoratori dell’acciaieria. Sapevano che la fabbrica aveva un buon rifugio antiaereo e alcuni hanno riempito il rifugio di cibo e acqua. Per questo hanno deciso con le loro famiglie di andare a vivere lì», ha spiegato, precisando che ora non è possibile fornire alcun aiuto a quelle persone. 

Pubblicità


 Ora si trovano in una situazione di «mancanza assoluta di qualunque cosa. Una mancanza di acqua, cibo, medicine, aiuto e la Russia impedisce qualunque cosa, ogni aiuto umanitario o evacuazione», ha aggiunto. «Tutte queste notizie sulla possibilità di andarsene e di lasciare Mariupol o l’area dell’acciaieria sono false», ha puntualizzato. 
 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: