Notizie locali
Pubblicità

Mondo

Sahara Occidentale: Polisario rompe i rapporti con la Spagna

Dopo la decisione di Madrid di appoggiare la proposta marocchina

Di Redazione

ALGERI, 10 APR - Il movimento indipendentista del Polisario ha annunciato oggi una "interruzione" dei contatti con il governo spagnolo per protestare contro la svolta adottata da Madrid nel territorio conteso del Sahara occidentale. "Il Fronte Polisario ha deciso di interrompere i contatti con l'attuale governo spagnolo" per la sua "strumentalizzazione della questione del Sahara occidentale in vergognose trattative con l'occupante (marocchino)", scrive il movimento in una nota. La rottura durerà fino a quando Madrid "si conformerà alle decisioni di legalità internazionale, che riconoscono il diritto del popolo sahrawi all'autodeterminazione, e al rispetto dei confini del proprio Paese, come riconosciuto a livello internazionale". La Spagna il 18 marzo ha dichiarato di aver accettato di riconoscere pubblicamente il piano di autonomia di Rabat per il territorio, ponendo fine a una posizione di neutralità decennale. Accettando una richiesta marocchina di lunga data, la Spagna ha cercato di porre fine a una controversia scoppiata nell'aprile 2021 quando ha consentito al leader dell'indipendenza del Sahara occidentale Brahim Ghali di essere curato per Covid-19 in un ospedale spagnolo. Settimane dopo il ricovero di Ghali, più di 10.000 migranti si sono riversati nella piccola enclave spagnola di Ceuta, in Marocco. La scorsa settimana, il re del Marocco Mohammed VI ha ospitato il primo ministro spagnolo Pedro Sanchez in una visita storica suggellando i legami dei loro paesi. Rabat vede il Sahara occidentale come parte integrante del regno e propone l'autonomia della regione.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA