Notizie locali
Pubblicità

Archivio

Pregiudicato ucciso a Librino crivellato da colpi d'arma da fuoco

Danilo Massimiliano Di Pietro, nel quartiere conosciuto come Daniele, 39 anni, freddato mentre si trovava a bordo del suo scooter vicino casa. Dalle prime indagini, l'uomo sembrerebbe legato ai Cursoti milanesi
Di Redazione

CATANIA - Sparatoria nel quartiere di Librino, a Catania. Ucciso un pregiudicato con precedenti penali per droga. La vittima è Danilo Massimiliano Di Pietro, di 39 anni, conosciuto come Daniele. L'uomo è stato crivellato da colpi d'arma da fuoco in viale Bummacaro, mentre stava rincasando a casa a bordo di un ciclomotore: colpito dai proiettili, è caduto davanti al civico numero 10 proprio a pochi passa dal palazzo dove abitava, al numero 9 della stessa via. Scattati i soccorsi, è stato condotto all'ospedale Vittorio Emanuele ma è morto durante il trasporto. Sull'episodio indagano i carabinieri. Dalle prime ricostruzioni, sembra che il pregiudicato - arrestato nel 2004 nell'ambito dell'operazione antimafia “Gold King” - fosse legato al clan dei Cursoti milanesi. I carabinieri giunti sul posto stanno cercando con difficoltà di ricostruire l'esatta dinamica dell'omicidio. Pare che l'uomo sia stato colpito mentre era in sella al suo scooter e, ferito, abbia cercato riparo dietro una automobile parcheggiata. Sarebbe stato però raggiunto da una decina di colpi di arma da fuoco.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: