Notizie locali
Pubblicità

Archivio

Juventus troppo forte per il Palermo Vidal e Llorente piegano i rosanero

La squadra di Iachini ci ha provato ma s'è dovuta arrendere alla superiorità dei bianconeri
Di Redazione

TORINO - La Juve risolve la pratica Palermo allo “Juventus Stadium” e si porta a +3 dalla Roma. I bianconeri si impongono per 2-0 grazie alle reti di Vidal e Llorente. La squadra di Allegri era chiamata a conquistare i tre punti dopo il pari di Sassuolo e la sconfitta in Champions League con l'Olympiakos e così è stato. Il Palermo ha fatto ciò che ha potuto, ha tenuto bene il campo prima di andare sotto ma si è dovuto arrendere alla superiorità di Pirlo e compagni.   Allegri concede un turno di riposo a Lichtsteiner e consegna la fascia destra a Pereira; Marchisio viene preferito a Pogba, mentre in attacco Llorente affianca Tevez. Iachini recupera capitan Barreto dopo tre turni e sulla sinistra si affida a Feddal, lasciando in panchina Lazaar e Daprelà; confermato in attacco il duo argentino Vazquez-Dybala. La Juve attacca con convinzione, il Palermo punta sulle ripartenze cercando di sfruttare la velocità dei suoi attaccanti. Al 12' la prima occasione del match per i bianconeri: cross di Pereyra da destra e colpo di testa di Llorente, deviato da Munoz in angolo. Al 15' destro al volo di Marchisio e palla alta sopra la traversa. Il Palermo si difende bene, è ordinato e concede pochi spazi ai bianconeri. Al 29' Palermo vicino al gol: Dybala protegge bene il pallone e al limite appoggia per Vazquez, conclusione deviata in angolo; sulla conseguente battuta di Barreto, palla a Vazquez che di testa gira di testa mandando il pallone sopra la traversa.   Ma al 32' la Juve va in vantaggio: Tevez anticipa Feddal e avanza verso l'area avversaria approfittando di una palla persa da Rigoni, arriva al limite e serve Vidal che da sinistra infila Sorrentino con un diagonale imparabile; terzo centro stagionale per il cileno. Il tema della partita non cambia con la Juve in avanti e il Palermo che tiene bene il campo pur non riuscendo ad alzare il baricentro.   Nella ripresa il Palermo ci prova al 7' con un tiro di Barreto da fuori che non trova la porta. Allegri all'8' restituisce a Lichtsteiner la fascia destra sostituendo Pereyra. Al 12' occasione per la Juve: Feddal regala in area il pallone a Vidal che aggancia e spara alto. Al 13' Asamoah da sinistra serve Marchisio, pronta la conclusione di destro del centrocampista ma anche questa volta palla alta. Al 14' cambia anche Iachini che inserisce Belotti per Barreto. Al 19' la Juve raddoppia: angolo di Pirlo e perfetto stacco di testa di Llorente che infila imparabilmente Sorrentino nell'angolino destro; si sblocca lo spagnolo alla sua prima rete. Al 29' nel Palermo spazio per l'ex Maresca, accolto tra gli applausi per la famosa esultanza da torero in un derby contro i granata; a fargli posto è Rigoni. Al 32' ci prova Marchisio a botta sicura dal limite. Al 34' Dybala con un tiro improvviso dalla distanza prova a sorprendere Buffon che non si lascia sorprendere. Al 35' nella Juve dentro Giovinco per Tevez e nel Palermo Quaison rileva Vazquez. Al 43' Juve vicina al terzo gol con un potente tiro di Giovinco che colpisce il palo esterno.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: